Cerca

L'indiscrezione di Dagospia

Dagospia, l'indiscrezione sulle dimissioni del Papa

Dagospia, l'indiscrezione sulle dimissioni del Papa

Papa Bergoglio non morirà Papa”, lo scrive il sito Dagospia parlando del difficile momento che sta attraversando il Pontefice argentino.  Il sito scrive anche che nei sacri palazzi matura la convinzione che alla fine il “Papa dell’altro mondo” alla fine sarà “fiaccato dalle manovre contro di lui e prima o poi si arrenderà”. Gli anti-Bergoglio, quelli che vengono definiti dal sito di Roberto D’Agostino, come “i cardinali con la coscienza più pesante”  ritengono che Bergoglio potrebbe maturare la decisione storica se le condizioni di salute di Papa Ratzinger dovessero peggiorare. Insomma, niente addio di Francesco finché è in vita Benedetto XVI perché tre Papi “farebbero ridere tutto il pianeta”. 

Conservatori e riformisti - Nonostante Papa Francesco goda di un enorme consenso popolare, nonostante riesca a smuovere le masse e abbia anche notevoli doti diplomatiche (come hanno dimostrato i viaggi a Cuba e negli Stati Uniti), nonostante tutto quando torna tra le mura del Vaticano “si ritrova circondato da nemici”. Di più: “Nemici che si coalizzano”, come scrive Dagospia.  I nemici sono i cardinali più conservatori che guardano con apprensione alle possibili conseguenze anti-capitaliste dell’enciclica “Laudato sì”. Ma questi starebbero formando, stando sempre alle indiscrezioni, con i riformisti che mal sopportano le accelerazioni e le successive frenate di Francesco sulla famiglia e sulla morale cattolica in generale.

Lo scandalo gay - Come se non bastasse a questi veleni si è aggiunto lo scandalo del monsignor Charasma che lavorava per il Sant’Uffizio.  Uno scandalo che Bergoglio ha interpretato come una “manovra della lobby gay che opera in Vaticano per condizionare pesantemente il Sinodo della famiglia a cui teneva tantissimo”.  Dagospia rivela anche la presenza dei servizi segreti italiani dietro i prelati gay che hanno deciso il coming out di Charamsa. “C'è infatti un alto papavero dei servizi, molto legato al Vaticano, che fa parte della lobby omo”, conclude Dagospia.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • malcoquattro

    11 Marzo 2016 - 14:02

    vaticano in Sinai

    Report

    Rispondi

  • JamesCook

    23 Ottobre 2015 - 12:12

    Quando non sapete cosa scrivere citate Dagospia......... una bufala al giorno leva la DX di torno!

    Report

    Rispondi

  • gabrybaeca

    13 Ottobre 2015 - 18:06

    Invece di prendervela con i conservatori, con quelli che non vogliono mollare il potere temporale, con i servizi segreti di tutto il mondo che manovrano nel buio, con le varie lobbyes dei poteri economici e dei gay, con quelli che vfendono armi e fanno le guerre, ve la prendete col papa perché è più facile da dare in pasto alla miserevole umanità, ma è tutto scritto, basta leggere!!!

    Report

    Rispondi

  • aio_puer

    13 Ottobre 2015 - 18:06

    Ogni giorno le notizie indicano, come un maglio che non smette di battere, che l'Occidente sta precipitando rapidamente in una crisi profonda. Una specie di suicidio da iperdose di relativismo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog