Cerca

Milano

Diritti tv, arrestato Andrea Baroni, il fiscalista di Mr. Bee e di Infront. Indagato Marco Bogarelli

Diritti tv, arrestato Andrea Baroni, il fiscalista di Mr. Bee e di Infront. Indagato Marco Bogarelli

Un'inchiesta che lega riciclaggio di denaro sporco e assegnazione pilotata dei diritti tv delle partite di calcio. E un solo nome che lega questi fatti: quello del fiscalista Andrea Baroni, arrestato con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio di denaro sporco accumulato da imprenditori-evasori. Ma Baroni, oltre che occuparsi dello spostamento di grosse cifre di denaro all'estero, è anche uno dei membri della Tax and Finance di Lugano, società consulente di Mister Bee, l'uomo d'affari thailandese interessato all'acquisto del Milan di Silvio Berlusconi. Non solo, fra gli altri nomi delle società di cui si occupava Baroni compare anche quello della Infront Italy srl, la società di Marco Bogarelli consulente della Lega Calcio. Secondo i pm milanesi, Bogarelli, ora indagato, avrebbe pilotato con la sua società le assegnazioni dei diritti tv dal 2015 al 2017 per serie A e serie B. E così le due storie si intrecciano. 

Diritti tv - Per questo la Guardia di finanza, il 9 ottobre, ha presentato una richiesta di esibizioni di atti nella sede milanese della Lega Calcio. L'intento è quello di verificare se davvero la Lega si sarebbe servita di Infront per "turbare il corretto e imparziale svolgimento delle gare e per condizionare le modalità di scelta, violando i canoni di trasparenza e leale concorrenza". 

Legami sospetti - Come riporta Il Corriere della Sera, il nome della Infront è apparso fra i clienti di Baroni quando un dossier anonimo sulla vicenda è stato spedito alle Fiamme gialle. La società di Bogarelli, dunque, sembra essere stata in contatto continuo con il fiscalista svizzero oggi accusato di essere il principale "movimentatore" di somme di denaro di importanti clienti tra Lussemburgo, Monaco ma anche Dubai e Panama. E il calcio italiano torna a tremare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frabelli

    12 Ottobre 2015 - 21:09

    Che vantaggio avrebbe avuto la Lega Calcio ad intralciare, o non fare una regolare asta, visto che è lei medesima che prende i soldi? Più ne prende e meglio dovrebbe essere per la Lega. Non capisco.

    Report

    Rispondi

blog