Cerca

La decisione

Genova, Tiziano Renzi e la bancarotta fraudolenta della Chil Post. Il Gip: "Supplemento d'indagini"

Genova, Tiziano Renzi e la bancarotta fraudolenta della Chil Post. Il Gip:

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Genova Roberta Bossi ha disposto un supplemento di indagini nel procedimento in cui Tiziano Renzi, padre del premier, è indagato per bancarotta nel procedimento per il fallimento della Chil
post. Il pm Marco Airoldi aveva chiesto l'archiviazione ma uno dei creditori si era opposto. La gip lo aveva ascoltato il 18 settembre scorso e ora ha depositato una richiesta ulteriori accertamenti. "Questo provvedimento non boccia affatto
l'impianto dell'indagine del pm ma, molto più limitatamente, il giudice chiede un approfondimento documentale di una parte di questa inchiesta. Si tratta di documentazione che siamo in condizione di produrre", ha spiegato all'agenzia Adnkronos Federico Bagattini, difensore di Tiziano Renzi, commentando la decisione del Gip.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alvit

    13 Ottobre 2015 - 10:10

    spariti tutti i commenti, vi hanno minacciato di querela?????

    Report

    Rispondi

  • alvit

    13 Ottobre 2015 - 08:08

    e' arrivato il soccorsorosso e vedrete che anche questo imbonitore, padre del pentolaio, ci prenderà per i fondelli e impunito tornerà a fare i porci comodi, tanto è il padre del segretario del partito dei ladroni e del furbo capetto del governo . Non gli faranno nulla, tranquilli. Ma il figlio, era dipendente di questa ditta fatta fuori dal bancarottiere?

    Report

    Rispondi

blog