Cerca

Rapine

Fabio Birolo, il tabaccaio che uccise un ladro, assolto. Il pm: "Fu legittima difesa"

Fabio Birolo, il tabaccaio che uccise un ladro, assolto. Il pm:

La notte del 26 aprile 2012, il tabaccaio di Civè di Correzzola, Franco Birolo, sentì un rumore nel suo negozio che si trova esattamente sotto alla sua abitazione. Armato di pistola, scese a controllare: la vetrina era stata rotta. Birolo ebbe solo un attimo per realizzare l'accaduto perché, subito dopo, venne aggredito da uno dei quattro ladri che si erano introdotti nella tabaccheria con l'intento di svaligiarla. Il tabaccaio gli sparò e lo uccise. ll giorno dopo, su di lui pendeva l'accusa di omicidio volontario. E ora, a distanza di più di tre anni dall'accaduto, è arrivata la sentenza definitiva sul caso. Il pm Benedetto Roberti ha deciso per l'assoluzione del tabaccaio, che ha agito per legittima difesa.

La perizia balistica - A convincere il pm, è stata la perizia balistica eseguita sul corpo del ladro, un moldavo di 23 anni. Secondo quanto stabilito dall'esperto Marco Piovan, il ladro è stato colpito da una distanza talmente ridotta, meno di mezzo metro, che giustificherebbe la reazione del tabaccaio colto di sorpresa. "Ero spaventato", si è sempre giustificato Birolo, che ha sparato d'impulso, per difendere la sua famiglia che dormiva al piano di sopra. Ora i rilievi scientifici gli danno ragione: è stata legittima difesa. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cane sciolto

    21 Ottobre 2015 - 01:01

    I Giudici dovrebbero essere tutti obbiettivi come questo Giudice che gli fa onore per aver giustamente assolto il Birolo, inoltre dico che se si stavano a casa loro non gli succedeva nulla. il Signor Birolo ha fatto bene io avrei fatto la stessa cosa.

    Report

    Rispondi

  • c.camola

    20 Ottobre 2015 - 18:06

    Si bisogna difendersi non ci sentiamo più sicuri.

    Report

    Rispondi

  • angelux1945

    17 Ottobre 2015 - 09:09

    Come hanno eliminato il reato di clandestinità, ora eliminassero quello di eccesso di legittima difesa!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • lombardi-cerri

    17 Ottobre 2015 - 06:06

    Leggete la sentenza : non è stato sancito il diritto alla difesa. E' stato definito il cittadino : incapace di intendere e di volere in quel momento.

    Report

    Rispondi

    • lepanto1571

      17 Ottobre 2015 - 11:11

      Arrestare il responsabile di un'accusa cosi fessa?

      Report

      Rispondi

    • Gianni Schicchi

      17 Ottobre 2015 - 09:09

      niente affatto, la sentenza (ma non si capisce bene se di sentenza si tratta o di richiesta di archiviazione) esclude che il tabaccaio abbia agito in presenza di alternativa allo sparare, come sarebbe stato ad es. se il ladro si fosse trovato a una distanza tale da poter prima sparare per aria o comunque intimargli di fermarsi. L'incapacità d'intendere e volere non c'entra nulla.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog