Cerca

Caso Bozzoli

Giallo di Brescia: trovata l'auto del dipendente di Bozzoli. Ma di lui non c'è traccia

Doppio giallo di Brescia: ritrovata l'auto del dipendente Giuseppe Ghirardi ma di lui non c'è traccia

Un giallo dentro al giallo senza per ora nessuna via d'uscita. La scomparsa del dipendente e del titolare della fonderia di Marcheno continua a tenere con il fiato sospeso il bresciano. L'operaio dell'azienda è scomparso lo scorso martedì, dieci giorni dopo il suo capo Mario Bozzoli. L'auto di Giuseppe Ghirardini, 50 anni, è stata ritrovata senza alcuna traccia dell'uomo al suo interno. La Suzuki Vitara marrone è stata individuata lungo la strada che da Ponte di Legno porta al passo di Tonale dopo un giorno di ricerche partite dal passo di Crocedomini. La macchina dopo i primi accertamenti sul luogo è stata portata al comando provinciale dei carabinieri di Brescia per ulteriori rilievi.

L'ultima volta era in fabbrica - Alcuni testimoni hanno dichiarato che la sera in cui Bozzoli sparì, Ghirardini era in azienda insieme ad altri due colleghi. L'operaio però non hanno fatto in tempo ad interrogarlo (lo avrebbero dovuto sentire per la prima volta come persona informata sui fatti mercoledì) riguardo alla sparizione del suo capo perché giovedì un parente ne ha denunciato la svanizione. 

Difficile trovarlo - Giuseppe avrebbe dovuto partecipare ad una battuta di caccia con alcuni amici mercoledì ma da quel giorno nessuno l'ha più visto."Doveva andare a caccia, ma il tempo era brutto ha lasciato i cani a casa e ci ha salutato come sempre. Poi non lo abbiamo più visto", ha raccontato una cugina. Le ricerche di Gherardini continuano nella zona del passo Crocedomini, in cui è stato rilevato l'ultimo segnale emesso dal cellulare dell'uomo. La neve, caduta copiosa però sta rendendo il tutto molto complicato.

Sospese le ricerche di Bozzoli - Le forze dell'ordine hanno invece deciso di concludere le ricerche dell'imprenditore dopo aver battuto ogni pista possibile: dall'azienda, ai dintorni, fino alla casa estiva. anche i forni erano stati setacciati per volere della famiglia di Bozzoli ma sembra essere scomparso nel nulla senza aver lasciato alcuna traccia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog