Cerca

Il caso

Canone Rai, ha l'Alzheimer e scorda di pagarlo: casa pignorata e poi venduta

Canone Rai, ha l'Alzheimer e scorda di pagarlo: casa pignorata e poi venduta

È stato colpito dal morbo di Alzheimer e per questo, un signore genovese, non si ricordava di pagare il canone Rai e la tassa sui rifiuti. Ma nonostante tutto nonostante la malattia, Equitalia continuava a spedirgli le cartelle esattoriali. Peccato che nemmeno la badante, che gli era stata affiancata a casa, si ricordava di averle ricevute. E alla fine Equitalia prima ha ipotecato la casa e poi l'ha messa all'incanto "come nuda proprietà". Nel 2012, quando l'anziano è venuto a mancare, i parenti si sono accorti che il Fisco gli aveva venduto la casa e che gli eredi avrebbero dovuto sgomberarla al più presto per lasciarla al nuovo proprietario.

La battaglia della famiglia - I figli dell'anziano, così, hanno deciso di intraprendere una causa legale per avere giustizia e i riottenere i beni di famiglia pignorati. "Anni fa a mio padre gli abbiamo messo accanto una badante, ma la signora non ricorda di aver visto arrivare a casa notifiche di Equitalia. Insomma nessuno ha mai preso quelle raccomandate o forse mio padre le ha pure ritirate, ma poi si è dimenticato di averle. Chissà se ci sono mai state", ha raccontato al Resto del Carlino il figlio, un avvocato penalista. Per la società incaricata della riscossione dei tributi, la malattia dell'uomo costituiva una scusante debole, una giustificazione poco influente.

Notifiche senza fine - Successivamente la causa contro gli esattori è stata vinta, ma la lunga diatriba tra Equitalia e la famiglia ligure non si è ancora conclusa. "Qualche giorno fa il nuovo proprietario della casa, un mio vecchio amico d'infanzia a cui ho venduto dopo essermela ripresa, mi ha avvertito che era arrivata una nuova lettera di Equitalia a nome di mio padre. Era di quasi 11mila euro, frutto di una sommatoria di cartelle, alcune risalenti anche al 1997. Con tanto d'intimazione al pagamento, pena il sequestro di una cantina che è ancora intestata a mio padre. Ovviamente ho dovuto dimostrare che quella roba lì era stata tutta ampiamente saldata e che loro non avevano più nulla da chiedere, né a me, né tanto meno ai morti. Non si sono neppure scusati", ha aggiunto amaramente il figlio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • seve

    30 Ottobre 2015 - 13:01

    Il saccheggio che l'Agenzia delle entrate ha messo in atto anche ricorrendo a irregolarità di notifiche dal 2007 a oggi è stato immenso scriteriato senza senso senza buon senso ,feroce ,cretino , causa di tanti suicidi e fallimenti . Se ne renda conto la Scarlet Orlandi , e lavori per far meglio il suo mestiere .

    Report

    Rispondi

  • viola52

    21 Ottobre 2015 - 19:07

    ma Equitalia come ha fatto a sommare così tanti canoni tv. da riuscire ad arrivare alla quota di poter pignorare l'immobile??? e quando l'immobile è stato messo sotto sequestro quale giudice ha firmato l'atto ???

    Report

    Rispondi

  • lureal1913

    20 Ottobre 2015 - 12:12

    di estate,poi,programmi ancora peggiori e mostrati molte volte,cosi' penalizzate i piu' poveri,la cui villeggiatura consiste nel quardare la tv.il canone si paga in paesi non avanzati.

    Report

    Rispondi

  • lureal1913

    20 Ottobre 2015 - 12:12

    la rai foraggia figli,sodali,amanti,amiche ed amici dei politici-amministratori ,alcuni cambiano nome ecc.e vediamo un fazio,con la "fascinosa"partner coperto di euro,un floris col sorriso che ricorda un piragna,e via dicendo.un elevato numero di dipendenti tutti parenti,figli,coniugi e tanta pubblicita'anche subdola.poi ve la prendete con un malato grave!vergogna!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog