Cerca

L'imprenditore scomparso

Giallo di Brescia, si indaga su lite tra Bozzoli e un nipote

Giallo di Brescia, si indaga su lite tra Bozzoli e un nipote

Un imprenditore sparito, un dipendente morto in circostanze quantomeno strane e nessuna spiegazione: un giallo alla Hitchcock, e il colpo di scena che porta al finale pare ancora lontano. A Marcheno, nel Bresciano, la terza settimana di indagini sulla scomparsa di Mario Bozzoli si è aperta con un' indiscrezione che potrebbe dare una svolta alle indagini. I carabinieri, infatti, stanno ascoltando i dipendenti dell' azienda per verificare se corrispondono a verità le voci di paese su un violento alterco, finito forse a manate, tra Bozzoli e uno dei nipoti.

All'episodio, che si sarebbe verificato pochi giorni prima della scomparsa dell' imprenditore, avrebbero assistito anche i dipendenti. Per trasformare in certezza il presunto diverbio "finito a cazzotti" - e presunto è aggettivo da ribadire - i carabinieri hanno sentito, in un colloquio durato poco più di tre ore, uno degli operai della ditta che il giorno della scomparsa di Bozzoli ha terminato il turno alle 18.

Da lui, come dagli altri colleghi della fonderia, gli investigatori hanno cercato di ottenere indicazioni sugli "umori" respirati in fabbrica negli ultimi mesi, da quando Adelio Bozzoli - il fratello di Mario - e i figli avevano ufficializzato l' intenzione di dividere la società e costruire il nuovo capannone a Bedizzole.

All'anatomopatologa Cristina Cattaneo, perito nominato dalla Procura di Brescia, spetta invece il compito di trovare una pista, un indizio che sciolga i nodi di una matassa ogni giorno più ingarbugliata. La Cattaneo da tre giorni si presenta alle otto davanti ai cancelli della Bozzoli, scortata da una unità cinofila e dalla Scientifica dei carabinieri.

Con lei una squadra di cinque persone che si sono suddivise i trecento sacchi di scorie su cui effettuare i primi rilievi scientifici. Intanto il sostituto procuratore, Alberto Rossi, per tre ore ha ascoltato come persona informata sui fatti Irene Zubani, la moglie dell' imprenditore scomparso. La donna, che si è presentata in Procura a Brescia senza avvocato, ha risposto alle domande del sostituto procuratore proprio sul clima che si respirava all' interno della fonderia, in particolare sui rapporti di Mario Bozzoli con il fratello Adelio e i nipoti Alex e Giacomo. Una ricostruzione di quanto la stessa donna aveva fatto mettere a verbale nella denuncia di scomparsa presentata il 9 ottobre.

Dal Brasile, invece, Antonia Rosilene Rodrigues Freitas, ex moglie di Giuseppe Ghirardini, l' operaio della Bozzoli scomparso sei giorni dopo il suo datore di lavoro e trovato cadavere il 18 ottobre nei boschi di Ponte di Legno, ha chiesto che si faccia chiarezza sulla morte dell' uomo. «Voglio sapere cos' è accaduto», ha detto dall' America del Sud dove vive con il figlio di sette anni avuto da Ghirardini. Il suo avvocato, Marino Colosio, ha confermato come Ghirardini la sera prima di sparire avesse cercato disperatamente di mettersi in contatto con lei.

«L' ex moglie - ha spiegato - ha raccontato di aver ricevuto sette o otto telefonate dall' ex marito la sera prima della scomparsa, ma di non essere riuscita a rispondere». Telefonate partite poche ore prima di svanire nel nulla e nella stessa serata in cui la fabbrica di Marcheno venne messa sotto sequestro. La donna e l' operaio sono stati sposati dal 2008 al 2012. Era stato Ghirardini, morto forse per infarto, a volere la separazione dopo contrasti che avevano spinto i giudici a stabilire che l' assegno di mantenimento del figlio fosse la Bozzoli srl a versarlo alla donna, decurtandolo dallo stipendio dell' operaio.

La scomparsa - La sera del 9 ottobre l' imprenditore Mario Bazzoli telefona alla moglie dalla fonderia di ottone per avvertirla che è in ritardo ma che sta per rientrare a casa. Ma da quel momento in poi di lui non si avrà più nessuna traccia. Gli ultimi a vederlo sono alcuni operai.

Il ritrovamento - La moglie ne denuncia la scomparsa e scattano le indagini. Si pensa alla morte accidentale o per omicidio dell' uomo. Intanto la procura indaga sui rapporti familiari.

L'operaio - Tra le ultime persone a vedere Bazzoli è l' operaio Giuseppe Ghirardini, che sarà ascoltato anche dagli inquirenti. Il 14 ottobre va a caccia, senza fucili né cani. E scompare. Il suo corpo senza vita viene ritrovato la domenica successiva a cento chilometri dalla sua casa.

di Giuseppe Spatola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    14 Novembre 2015 - 22:10

    sicuramente la persona che racconta è qualcuno che ruota attorno alla fonderia. perché solo chi bazzica la fonderia può vedere a una certa distanza e sapere che quelle finestre sono dello spogliatoio e degli uffici ammnistrativi. Poi se non ricordo male mi pare che i Bozzoli possiedono tutti e due una BMW. Quindi se la BMW è del fratello, avrebbe chiesto lui al nipote di prendere delle carte.

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    14 Novembre 2015 - 22:10

    nell'ultima puntata di Chi l'ha visto? è stato detto che una persona ha visto una BMW con una persona dentro l'auto, posizionata nel retro della fonderia, l'uscita secondaria, che l'uomo in auto guardava in direzione delle finestre dello spogliatoio e degli uffici ammnistrativi, facendo vedere bene dove sostava la macchina, quasi nascosta dagli alberi, difficile da vedere se non sei un addetto.

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    14 Novembre 2015 - 22:10

    nell'ultima puntata di Chi l'ha visto? è stato detto che una persona ha visto una BMW con una persona dentro l'auto, posizionata nel retro della fonderia, l'uscita secondaria, che l'uomo in auto guardava in direzione delle finestre dello spogliatoio e degli uffici ammnistrativi, facendo vedere bene dove sostava la macchina, quasi nascosta dagli alberi, difficile da vedere se non sei un addetto.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    30 Ottobre 2015 - 17:05

    ma la ex-moglie sta con uno geloso per caso ?

    Report

    Rispondi

    • zefleone

      30 Ottobre 2015 - 17:05

      Caro mio sarà una questione di soldi....che dici?

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog