Cerca

Fondi

Raffaele Sollecito riceve 66 mila euro dalla Regione Puglia per aprire una start up sui morti

Raffaele Sollecito riceve 66 mila euro dalla Regione Puglia per aprire una start up sui morti

Raffaele Sollecito ha ricevuto 66 mila euro dalla Regione Puglia per aprire un'attività sui morti. Il ragazzo è stato assolto in via definitiva per l'omicidio di Meredith Kercher. A confermare di aver ricevuto il denaro è lui stesso in un'intervista al Corriere della sera. "Ho vinto - spiega Sollecito - un bando della Regione Puglia per le nuove iniziative di impresa, riservato agli under 35 disoccupati. Avevo i requisiti. Me l’hanno comunicato dopo la sentenza di Cassazione. Mi danno 66 mila euro per tre anni, la metà a fondo perduto. Ho progettato un portale online con una App, una sorta di social network che nasce anche per la commemorazione dei defunti".

Le telecamere - La sede della nuova attività è ancora un cantiere, ma già si intuisce il desk di accoglienza, bagni, sgabuzzino e retro dove starà Sollecito. "Assumerò due segretarie, anzi un maschio e una femmina. E ho due stagisti del Politecnico di Bari per sviluppare il software. Saremo operativi nei primi mesi del nuovo anno", racconta Sollecito, che dice anche di voler installare delle telecamere: "Per quelle fuori non ci sono problemi, ma dentro devo chiedere l’autorizzazione all’ispettorato del lavoro. Può sembrare che voglia controllare i dipendenti, in realtà voglio solo che non mi capiti più quello che mi è successo, desidero avere prove certe".

Il passato - Poi Sollecito parla della sua vicenda giudiziaria, dice di aver sentito Amanda Knox: "È curiosa di leggere il libro, mi ha chiesto di mandarglielo. Siamo appena dei conoscenti, per quanto ci leghi un’esperienza forte". Poi pensa anche ai genitori di Meredith. "Mi piacerebbe che la sua famiglia incontrasse la mia e ci potessimo chiarire una volta per tutte. So che sono stati foraggiati di sciocchezze. Se avessero detto di mia sorella che era morta durante un gioco erotico finito male mi avrebbe dato fastidio, è brutto".

 
I Radicali - Solecito si è iscritto al Partito dei Radicali e spiega il perché: "Mi sono iscritto al partito perché credo nelle loro battaglie e vorrei che non ci fossero altre vittime come me. Non ho ancora chiesto il risarcimento, con i miei avvocati stiamo studiando il modo per far sì che chi ha sbagliato si assuma le sue responsabilità. Ho letto che avrei diritto a un risarcimento di 500 mila euro: questa cosa mi fa sorridere amaro, perché la mia famiglia tra legali e perizie ha speso più di un milione e 300 mila euro".

 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    30 Ottobre 2015 - 17:05

    Eh, ma non ce n'è uno, al Sud, che si metta a lavorare di badile... tutti a lucrare soldi dallo Stato (Versati tutti dal Nord).

    Report

    Rispondi

    • diwa130

      30 Ottobre 2015 - 18:06

      Te lo hanno mai detto che sei un idiota ?! Beh , forse e' il caso che te lo dica anche da solo.

      Report

      Rispondi

  • mark51

    30 Ottobre 2015 - 17:05

    la vittima e la povera ragazza uccisa idiota e se non avreste avuto centinaia di migliaia di euro per gli avvocati saresti ancora a marcire giustamente in galera ma in italia sappiamo come vanno le cose i soldi fanno miracoli

    Report

    Rispondi

  • rintintin

    30 Ottobre 2015 - 12:12

    sicuramente il papà Medico gliene fornirà a centinaia...poi Raffaele di morti se ne intende...essere vomitevole

    Report

    Rispondi

  • rintintin

    30 Ottobre 2015 - 12:12

    Anna 17 30 Ottobre 2015 - 11:11 Persona spregevole e vomitevole. Brava Anna !!!!!! concordo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog