Cerca

L'allarme

Vatileaks, il cardinale Versaldi: "Papa Francesco? Come Ratzinger..."

Papa Francesco e Joseph Ratzinger

Vatileaks è tornato. Una nuova tempesta si è abbattuta sul Vaticano. Per Papa Francesco continua la corsa a ostacoli, tra soffiate, arresti nella Santa Sede, le voci sulla sua malattia e una fronda che si oppone al suo pontificato. A fare il punto della situazione, intervistato da Il Messaggero, è il cardinale Giuseppe Versaldi. "Non mi faccia parlare, sono addolorato", premette. Su monsignor Vallejo Balda, il corvo finito in cella, spiega: "Ho lavorato per alcuni anni con lui nello stesso organismo economico. Sono stupefatto di quello che è accaduto, mi creda. Questo ragazzo l'ho ammirato per la sua competenza e per l'esperienza che aveva maturato".

Non se lo aspettava? "Quello che è accaduto è terribile". E ancora: "Il tradimento al Papa è la cosa peggiore. Mi spezza il cuore". Il Cardinale aggiunge: "Sono angustiato per la Chiesa e, naturalmente, per Francesco che guida un corpo fatto di membra non sempre sane". Le ragioni di tanti veleni? "La considerazione che mi viene da fare è ovvia e sotto gli occhi di tutti. Sia Benedetto XVI che, adesso, Papa Francesco hanno avviato una riforma che man mano che va avanti incontra ostacoli. Ci sono resistenze". Versaldi non si riferisce soltanto alla riforma economica: "L'attuale pontefice ha ripreso in mano tante cose avviate precedentemente. Io sono stato testimone di quanto svolto precedentemente e delle tante cose che si stanno facendo adesso. Ho assistito, e assisto, alla volontà decisa di riformare".

Bergoglio, dunque, come Ratzinger, almeno secondo Versaldi, che parla anche della lobbista Francesca Chauqui: "L'ho incontrata qualche volta quando veniva a lavorare da Vallejo, perché la Cosea aveva sede nella stessa prefettura". Dunque si torna sul Papa. Viene chiesto a Versaldi se, a suo parere, le indagini andranno avanti ancora: "Penso e spero di sì - risponde -. Francesco non è uno che si forma di fronte agli ostacoli".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 21otto

    05 Novembre 2015 - 18:06

    In Italia tutti sono bravi a fare l'allenatore di calcio della nazionale. Tutti saprebbero fare ciò che non fanno. Ora tutti saprebbero essere Papa, senza capire nulla. State calmi. Lo Spirito soffia e manda via i piani che qualcuno si stava facendo. E Bergoglio è Pietro.

    Report

    Rispondi

  • gabrybaeca

    05 Novembre 2015 - 16:04

    Si deve fare la consueta differenza tra la chiesa fondata dal Cristo dove il male non potrà mai nprevalere, e la chiesa visibile composta di piccoli e miserabili uomini, qui si annidano poveri e fragili omenetti che non sanno resistere al peccato ed alle tentazioni, un giorno però dovranno rispondere del loro triste comportamento, è scritto sui messaggi mariani che dovrà finire così...

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    05 Novembre 2015 - 01:01

    Ma cos'hanno da nascondere? Questa non è la Chiesa di Cristo è un cesso di intrighi con a capo un cretino eretico.

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    05 Novembre 2015 - 01:01

    Questa foto è inquietante. Per papa piacione tranqui...non se ne andrà: sarebbe troppo bello.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog