Cerca

Consumatori

L'etichetta dei cibi dovrà indicare la sede dello stabilimento di produzione

L'etichetta dei cibi dovrà indicare la sede dello stabilimento di produzione

Dal 2016 gli alimenti prodotti in Italia e destinati al mercato italiano dovranno nuovamente indicare in etichetta la sede dello stabilimento di produzione. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri dando il via libera definitivo al disegno di legge di delegazione europea in cui si chiede la modifica del regolamento Ue 1169/2011 sull' etichetta europea che ha eliminato l' obbligatorietà dell' indicazione dello stabilimento, prevista invece dalla precedente norma italiana. "La trasparenza delle informazioni in etichetta - ha precisato il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina al quotidiano Il Giorno - è un tema cruciale. Oggi abbiamo dato un' altra risposta concreta ai consumatori e a tutte quelle aziende che, anche in questi mesi, hanno continuato a indicare lo stabilimento di produzione nelle loro etichette. Vogliamo garantire informazioni sempre più chiare e precise".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • grisostomo

    grisostomo

    08 Novembre 2015 - 17:05

    L'informazione sullo stabilimento di produzione è fondamentale. Gli imbroglioni di Bruxelles, su ordine della Germania, han tentato di toglierla per rifilarci col nome di "italiani" prodotti che sarebbero potuti venire da qualunque altro posto.

    Report

    Rispondi

  • gescon

    08 Novembre 2015 - 14:02

    Questa è l'Italia delle asserite semplificazioni. Ma chi prendono in giro questi ?

    Report

    Rispondi

  • gescon

    08 Novembre 2015 - 14:02

    Questa è l'Italia delle asserite semplificazioni. Ma chi prendono in giro questi ?

    Report

    Rispondi

  • miacis

    08 Novembre 2015 - 11:11

    Sarebbe una buona idea mettere delle lenti d'ingrandimento sugli scaffali per riuscire a leggerle!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog