Cerca

Inquietanti ricorsi

Ancona, il tragico segreto nella famiglia del fidanzato killer: suo padre fu accusato di omicidio passionale

Ancona, il tragico segreto nella famiglia del fidanzato killer: suo padre fu accusato di omicidio passionale

Una tragedia segreta nella famiglia di Antonio Tagliata, il 18enne che ha sparato contro i genitori della sua fidanzatina 16enne ad Ancona, uccidendone la madre e ferendo in maniera gravissima il figlio. Il padre del ragazzo, Carlo Tagliata, da minorenne quando ancora abitava in Sicilia fu accusato a Siracusa di delitto passionale per l'omicidio nel 1987 a colpi di pistola di Salvatore Morale, presunto contendente della sua fidanzata. Un inquietante parallelo di sangue che unisce le vicende di padre e figlio. Tagliata senior fu processato dal Tribunale dei minori come esecutore materiale dell'omicidio.

Nel frattempo continuano gli interrogatori ai due giovanissimi. L'avvocato della fidanzata respinge le accuse di Tagliata, secondo cui sarebbe stata lei a plagiarlo invitandolo a colpire i genitori al grido "Spara! Spara!": "Scaricare le responsabilità - spiega il legale della giovane - mi sembra un'operazione non molto saggia quando si sono sparati otto colpi". Secondo indiscrezioni dall'autopsia sulla vittima Roberta Pierini, sarebbero stati tre i colpi di pistola calibro 9x21 esplosi al suo indirizzo: uno mortale alla testa, uno al fianco destro e uno di striscio al braccio sinistro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog