Cerca

Tragica fine

Resta chiusa nel cimitero, si arrampica sulla scala per uscire ma cade e muore

Resta chiusa nel cimitero, si arrampica sulla scala per uscire ma cade e muore

Probabilmente si è fatta prendere dal panico. Da sola, tra le tombe, al buio. E così per una 86enne di Imola è finita tragicamente. La donna era rimasta chiusa nel cimitero di Conselice, in provincia di Ravenna. Gli automatismi meccanici avevano serrato le porte, nessuno l'aveva avvertita dell'imminente chiusura. Così, ha preso una di quelle scale di ferro normalmente usate per raggiungere i loculi più alti e l'ha appoggiata al cancello di uscita. Una volta raggiunta la sommità, ha provato a scavalcare, ma ha perso l'equilibrio ed è caduta da un'altezza di oltre due metri, battendo la testa per terra e morendo sul colpo. La mattina dopo il cadavere è stato ritrovato davanti all'ingresso all'orario d'apertura. Beffa delle beffe: la 86enne non si era accorta che a pochi centimetri dal cancello c’era un pulsante apriporta – segnalato e perfettamente funzionante, hanno fatto notare i carabinieri in una nota – che le avrebbe garantito di potere uscire senza difficoltà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog