Cerca

Duello in aula

Processo Bossetti, scontro tra accusa e difesa sui dati grezzi del Dna

Massimo Bossetti

Un vero e proprio match in aula, tra accusa e difesa, nell'ultima udienza del processo Bossetti. A scatenare il duello, la richiesta avanzata dai legali difensori di Massimo Bossetti, Claudio Salvagni e Paolo Camporini, che hanno subito sollevato il quesito relativo ai dati grezzi del Dna, chiedendo che siano recuperati tutti i dati genetici rinvenuti sugli slip e sui leggings di Yara Gambirasio, compresi quelli che avevano dato esito negativo. "Li dovete dare tutti", ha intimato Salvagni. Da par suo, il pm Letizia Ruggeri ha risposto che "è impossibile" poiché sono "difficili da trovare". Secondo l'accusa, insomma, ci si deve limitare ai dodici profili in cui compare il dna di Ignoto 1, che per l'accusa è l'imputato Bossetti. La Ruggeri ha rincarato, affermando che "non possiamo accettare che gli avvocati chiedano tutti i dati", e i legali di Bossetti hanno risposto affermando che "è impensabile non darli". A mediare ci ha pensato la presidente della Corte d'Assise, Antonella Bertoja, che ha stabilito che a stabilito che la presentazione dei dati dovrà avvenire entro l'11 dicembre. Dovranno essere presentati i dodici profili genetici in cui compaiono le tracce di Ignoto 1, più una piccola integrazione. I consulenti dei Ris di Parma, presenti, hanno comunicato che ci vorranno due settimane per consegnare tutti i dati richiesti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    13 Novembre 2015 - 15:03

    I furbetti (frequentanti i Centri sociali, ci scommetto) sono alle corde.. Ahahah, poveri apprendisti stregoni che fanno la voce grossa con chi 'rittengggggono inferriore, mii) ma hanno trovato pane per i loro dentini avvelenati. La Bertoja, fosse onesta, non darebbe troppo spazio alla Ruggeri e questa si pentirà di non aver studiato a suo tempo sui banchi della scuola!

    Report

    Rispondi

blog