Cerca

La conversazione

"Colpiremo Parigi, la sera": l'intercettazione dell'imam assolto dai giudici italiani

"Colpiremo Parigi, la sera": l'intercettazione dell'imam assolto dai giudici italiani

Dei due estremisti islamici arrestati e poi assolti dai giudici italiani, spunta una intercettazione inquietante. Riporta il Giornale che in una conversazione del 14 dicembre del 2008 Bassam Ayachi e Raphael Gendron parlano di un attentato: "Bisogna colpire bene...", dice Gendron, Ayachi risponte: "Colpire il popolo", "Sono sicuro che vinceremo, ma serve spiegare bene", "Non hai bisogno che ti dica che significa avere un aereo francese". E ancora Gendran: "A Parigi", "Colpiremo...lo faremo...saremo dappertutto...colpirò De Gaulle". L'imam: "la sera... quando saranno tante persone".

Il 6 dicembre 2008 i due parlano di esplosivo. "Possiamo esplodere una volta che l' abbiamo portato, ma bisognerà renderla imprendibile...", dichiara Ayachi e Gendron parla di "confezionare una superbomba». Il 25 gennaio del 2009 Ayachi dichiara: "Li stermineremo, devo andare a sterminarli... colpire nel mondo intero". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog