Cerca

Bentornato al Sud

Sergio Mattarella, sceglie ancora Napoli. Domani giornata universitaria al Suor Orsola Benincasa

Sergio Mattarella, sceglie ancora Napoli. Domani giornata universitaria al Suor Orsola Benincasa

Dopo aver sorpreso molti in settembre con il suo arrivo a Napoli, nel quartiere Ponticelli, per inagurare l'anno scolastico, il presidente Sergio Mattarella torna nel capoluogo campano. Domani infatti, All'Università Suor Orsola Benincasa, il Capo dello Stato apre il nuovo anno accademico e chiude la quinta edizione della Scuola di Alti Studi Politici. Ci sarà la Costituzione della Repubblica Italiana nel suo rapporto con i cittadini e con il potere politico al centro della giornata napoletana tutta universitaria, del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Alla sua ultima visita datata 28 settembre, aveva descritto Napoli come una città meravigliosa, la cui bellezza è un valore mondiale e per la forza radicata nel suo dna, la definì un traino per il Mezzogiorno; non stupisce quindi, il suo ritorno in questa città.

“Una presenza decisamente significativa quella del Capo dello Stato al fianco del sistema scolastico e universitario napoletano - sottolinea Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, vicepresidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane e dirigente dell’Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa - che ci evidenzia ancora più quanto sia importante per l’intero Mezzogiorno investire sul grande patrimonio del suo sistema formativo di eccellenza che può e deve rappresentare il grande volano per lo sviluppo economico del Paese, soprattutto investendo su nuovi percorsi di valorizzazione delle scienze umane e del patrimonio artistico e culturale del meridione attraverso le nuove tecnologie, come proprio la nostra Università sta facendo ormai da anni, così come testimoniano le recenti nuove aperture del Centro di Ricerca Scienza Nuova, del Piccolo Palazzo del Gaio Sapere e della Torre della Comunicazione, che mettono insieme ricerca e produzione, sapere e saper fare”.

Una scelta non causale da parte del Presidente Mattarella, già Ministro della Pubblica Istruzione dal 1989 al 1990, quella dell’Università Suor Orsola Benincasa per l’apertura dell’anno accademico universitario, perché l’Ateneo napoletano è l’unica Università italiana ad avere l’intero sistema formativo dalla scuola per l’infanzia all’alta formazione post laurea nella quale in particolare nell’ultimo decennio ha consolidato dei percorsi di assoluta eccellenza: dal giornalismo alla criminologia, dalla comunicazione alla psicologia, dalla pedagogia ai beni culturali, dal management al diritto.

E non è un caso nemmeno la scelta del tema giuridico-costituzionale per la lectio inauguralis del nuovo anno accademico affidata a Tommaso Edoardo Frosini, professore ordinario di Diritto costituzionale e di Diritto pubblico comparato all’Università Suor Orsola Benincasa e componente nel 2013 del Comitato di saggi della Presidenza del Consiglio sulle riforme costituzionali, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che, tra i tanti incarichi istituzionali prestigiosi, ha ricoperto quello di giudice costituzionale ed è stato relatore della celebre riforma post Tangentopoli della legge elettorale in senso maggioritario che ha regolato le elezioni al Parlamento della Repubblica Italiana nel 1994, nel 1996 e nel 2001.

Il programma della giornata: Suor Orsola apre il suo 114esimo anno accademico


Venerdì 20 Novembre alle ore 11 presso l’aula magna dell'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli si svolgerà la cerimonia inaugurale dell’anno accademico
2015-2016, quattrocentesimo trentesimo quarto dalla fondazione della sede monumentale, centesimo decimo quarto dalla nascita dell’Ateneo.

La cerimonia sarà aperta dalla relazione del Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Lucio d'Alessandro, poi come rappresentante dei laureati ci sarà la voce di una delle tante maestre formatesi al Suor Orsola, Anna Rosaria Imperato, 28 anni, attualmente insegnante della scuola primaria dell’Istituto “Sauro-Errico-Pascoli” di Secondigliano. Chiuderà la prima sessione di interventi la relazione del rappresentante del personale tecnico-amministrativo, Giuseppina Fittipaldi, non a caso scelta come membro dell’Ufficio di Job Placement dell’Ateneo, uno dei grandi punti forza del rapporto virtuoso tra formazione e mondo del lavoro che caratterizza il “fare università” del Suor Orsola. Alle ore 12 la lectio inaguralis affidata a Tommaso Edoardo Frosini, professore ordinario di Diritto costituzionale e di Diritto pubblico comparato all’Università Suor Orsola Benincasa, che sarà dedicata la tema “La Costituzione e i suoi cittadini”.

Il programma del pomeriggio con la lezione di Casavola

Ed a testimonianza del grande impegno della “giornata universitaria” del Presidente della Repubblica, il Capo dello Stato tornerà al Suor Orsola anche nel pomeriggio, partecipando alle ore 16 alla cerimonia di chiusura della quinta edizione della Scuola di Alti Studi Politici dell’Università Suor Orsola Benincasa, che proprio in questi giorni ha aperto il bando di partecipazione alla sesta edizione aperta a 150 laureati (info su www.unisob.na.it/dopolaurea).

La cerimonia sarà aperta dai direttori scientifici della Scuola, Lucio d’Alessandro e Ciriaco De Mita, che introdurranno la lectio doctoralis del presidente emerito della Corte Costituzionale, Francesco Paolo Casavola ed anche in questo caso al centro della lezione ci sarà un tema giuridico-istituzionale, il concetto di “Democrazia rappresentativa” che sarà analizzato dalle sue radici costituenti all’attuale momento di crisi.

di Mirko Mazzola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog