Cerca

Gli affari dei Berlusconi

I figli di Veronica Lario allontanano la loro holding da papà Silvio

Eleonora, Luigi e Barbara Berlusconi

I tre figli di Veronica Lario vanno da soli. Più lontani da papà Silvio di quanto siano stati finora, almeno dal punto di vista degli affari. Il sito di news e gossip dagospia.com riprende un articolo di andreagiacobino.wordpress.com in cui si riferisce di quanto accaduto qualche giorno fa a Milano nello studio del notaio Riccardo Genghini. Dove si è presentato Luigi Berlusconi, nella sua qualità di presidente del Consiglio di amministrazione della Holding Italiana Quattordicesima, controllata dai tre figli della Lario e che detiene il 14% di Fininvest. Con lui erano presenti i consiglieri Eleonora Berlusconi (amministratore delegato), Federico Maria Rampolla e Furio Petrabasi, mentre Barbara Berlusconi era collegata in videoconferenza.

All'ordine del giorno c'era la modifica degli articoli 2 e 37 dello statuto della holding, che è avvenuta con voto unanime. Con la modifica dell'articolo 2, i figli di Veronica hanno deciso di spostare la sede legale della società da residenza Parco N° 802 in quel di Milano 2 a Segrate a lo studio del notaio genghini in via Borgonuovo. Decisione significativa poiché tutte le altre “holding” a monte di Fininvest, quelle di Silvio Berlusconi, di Marina e Piersilvio sono domiciliate nell’enclave che vide sorgere le prime costruzioni dell’ex premier. Con la modifica dell'articolo 37, invece, hanno deciso sempre all'unanimità che il bilancio della loro holding si chiuderà d'ora in poi il 31 dicembre anziché al 30 settembre, come accade invece per tutte le altre holding di papà Silvio, Marina e Piersilvio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Bolinastretta

    25 Novembre 2015 - 14:02

    cioè hanno spostato la sede legale e la chiusura dei bilanci! mmmmmmmbbhhèèèèèèèèè???????

    Report

    Rispondi

  • liben

    25 Novembre 2015 - 11:11

    Figli ingrati e nati con la camicia.sono uguali alla loro mamma che grazie al diritto di famiglia italiano che è unico al mondo per le norme ingiuste contenute a favore delle donne, permette alla ex del cavaliere di ricevere milioni di Euro al mese di mantenimento. Viva la bella Italia!!!

    Report

    Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    24 Novembre 2015 - 19:07

    Nulla di particolare, tale madre, tali figli. Indegni.

    Report

    Rispondi

    • vpmiit

      25 Novembre 2015 - 11:11

      L'unico "degno" in quella famiglia mi pare il povero Dudù.

      Report

      Rispondi

  • ro-sacchi

    24 Novembre 2015 - 16:04

    che notizia!!!!!!!

    Report

    Rispondi

blog