Cerca

Cambia tutto...

Bologna, uomo denuncia violenza sessuale: "Umiliato, violentato e trattato da schiavo per due anni da una donna"

Bologna, uomo denuncia violenza sessuale:

Un insolito processo al Tribunale di Bologna. Il copione a cui siamo abituati, infatti, viene diametralmente ribaltato: questa volta è una donna ad essere accusta di violenza sessuale nei confronti di un uomo. L'imputata, 53 anni, di nobile casata e di bella presenza, avrebbe esercitato violenze fisiche e psicologiche sul suo personal trainer, un'abbronzatissima parte lesa. "Mi costringeva ad avere rapporti sessuali", spiega l'uomo, romano, di 50 anni, che denuncia di essere stato costretto per più di due anni ad avere rapporti con la ricca amante. 

Le violenze - Il rapporto, durato due anni, è nato dopo un avventura che risale all'estate del 2010, a Rimini. L'uomo rimase "impigliato" nella tela della donna, fatta di promesse, regali costosissimi, viaggi da sogno tra Saint Tropez, Dubai e Taormina ma soprattutto un lavoro sicuro da agente immobiliare. Ma per avere tutto ciò, secondo il racconto dell'uomo, il prezzo da pagare era altissimo: minacce e maltrattamenti. Lei lo trattava come uno zerbino, lo insultava e, soprattutto, lo ricattava sessualmente: "Io ti faccio lavorare, ti pago e ti faccio i regali, ma tu devi fare il tuo dovere di uomo". E così lui ha ceduto al ricatto, sopportando e ingoiando, fino al giorno in cui ha deciso di ribellarsi, denunciandola per le violenze sessuali.

I processi - Secondo il pm Laura Sola, titolare dell’inchiesta aperta dopo la denuncia dell'uomo nel 2012, la donna, "procurando uno stato di soggezione psicologica" nel compagno, lo ha costretto ad avere rapporti sessuali per due anni. Una violenza bella e buona, dunque. Non solo. L’imputata è chiamata a rispondere anche di minacce, ingiurie e percosse. E non è ancora finita: in un altro processo è accusata di averlo minacciato sul ciglio di un dirupo. In un terzo processo, invece, è lui ad essere alla sbarra con l’accusa di stalking: la donna, che nega le accuse ricevute, sostiene di essere stata perseguitata dopo la fine della storia. Ma ieri, giovedì 26 novembre, l'uomo si è sfogato in aula e dice: "Mi ha usato come oggetto sessuale"; adesso si aspetta la prossima udienza e toccherà alla donna parlare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cavallotrotto

    27 Novembre 2015 - 10:10

    un uomo costretto ? cosa faceva prendeva il viagra ? ma dai .

    Report

    Rispondi

blog