Cerca

Bergamo

Uccisa dal marito perché non metteva il velo. Le minacce alla figlia con la capra sgozzata

Uccisa dal marito perché non metteva il velo. Le minacce alla figlia con la capra sgozzata

È stata accoltellata dal marito perché si rifiutava di mettere il velo. Il tragico fatto è maturato all'interno di una coppia marocchina sposata dal 1988, 50 anni lei, 59 lui, tre figli, e abitanti a Mozzo. Lui aveva un carattere difficile ma per un po' non ci sono stati problemi, cominciati, però, quando lui ha iniziato a frequentare più spesso la moschea. L’uomo ha pretendere che la moglie portasse il velo, che lei, credente ma non praticante, rifiutava. Se la coppia incrociava una donna velata lui pretendeva che la moglie la salutasse anche se non la conosceva, mentre se incontravano degli amici diceva di vergognarsi perché lei non portava il velo. Poi aveva da ridire se salutava qualcuno con un bacio sulla guancia, e voleva che la domenica preparasse da mangiare per gli uomini della moschea, e lei si rifiutava. Il clima si è fatto sempre pù pesante. Una volta, quando ha sgozzato una pecora e la figlia l’ha filmato, lui le ha detto: «La prossima sarà tua mamma». Alla fine la donna ha annunciato che avrebbe chiesto il divorzio, questo ha fatto infuriare il marito. Una mattina mentre lei si preparava per andare al lavoro lui ha preteso che facessero sesso. Lei si è rifiutata perchè aveva fretta e lui l’ha accoltellata, alla schiena sfiorandole un polmone, alla pancia e al petto. Ora è accusato di tentato omicidio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    05 Dicembre 2015 - 21:09

    Se il figlio di Allah uccidesse la Boldrini,gli strtingerei la mano !

    Report

    Rispondi

  • loos1958

    05 Dicembre 2015 - 01:01

    ma è un'altra bufala o stiamo messi male?

    Report

    Rispondi

  • cingoli

    04 Dicembre 2015 - 15:03

    Titolo di MERDA.

    Report

    Rispondi

  • Angelalbert

    04 Dicembre 2015 - 13:01

    Quella feccia di islamico può stare tranquillo. Un giudice rosso lo rimetterà subito in libertà con le scuse della magistratura. Alla moglie, quando sarà guarita verrà imposto il velo e tutte le barbare nonché tribali usanze islamiche, pena la decapitazione per lei e la figlia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog