Cerca

Le zone più pericolose d'Italia

Furti durante le vacanze di Natale. La mappa: tutte le zone a rischio

Furti durante le vacanze di Natale. La mappa: ecco dove si rischia di più

Ci sono stati 320 reati ogni ora, oltre 7700 al giorno in tutta Italia solo nel 2014, anno in cui le forze di polizia hanno raccolto 2,8 milioni di denunce di reati. Oltre la metà delle denunce riguardano i furti, che nel solo scorso anno sono stati denunciati in 1,58 milioni di casi. Nel 2014, secondo i dati del ministero dell'Interno, sono cresciuti dell'1,2%, ma il dato di crescita aumenta quando si guarda ai furti con destrezza, aumentati dell'8,12%, e quelli in casa, cresciuti del 2%.

Le zone a rischio - Le percentuali di incidenza dei reati cambiano radicalmente da zona a zona, ma stando ai dati dell'ultimo rapporto Istat sul Benessere equo e sostenibile non è una questione di Nord e Sud a marchiare le differenze più forti. La media nazionale è di 4600 denunce ogni 100mila abitanti. Su base provinciale, il dato peggiore spetta alla provincia milanese che supera gli 8mila casi, contro i 6400 di Roma. Seguono in classifica due città emiliano-romagnole, cioè Rimini e Bologna. In particolare la città romagnola paga la propria vocazione turistica che nei periodi estivi supera di gran lunga i 335mila abitanti diventando quasi popolata come una grande città. Tutte le vaste ed economicamente avanzate aree del Nord e del Centro spiccano nella graduatoria delle più colpite da reati, mentre al Sud i dati crollano con gli esempi più lampanti come Oristano, Enna e Matera che non arrivano a 2500 reati ogni 100mila abitanti.

I furti - La classifica non cambia se si prendono in esame i soli furti. Ci sono sempre Rimini e Milano tra le province più colpite con oltre 5mila furti ogni 100mila abitanti. Seguono Bologna e e Roma con 4mila, considerando che la media nazionale è di 2600. Su base regionale, l'Emilia-Romagna è l'area più colpita con 5800 denunce ogni 100mila abitanti. Più in basso in lista ci sono la Liguria e il Lazio a 5600. E poi Piemonte, Lombardia e Toscana tra 5mila e 5400. Le zone più tranquille sono tutte al Sud, in particolare in Basilicata e Molise dove le denunce di furti non superano le 3mila ogni 100mila abitanti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • oldpeterjazz

    07 Dicembre 2015 - 20:08

    Appena sarà abolito il reato di Eccesso di legittima difesa, i furti rimarranno gli stessi per il primo anno, poi il secondo anno non ci saranno più perché ladri e rapinatori saranno stati ammazzati l'anno precedente, con grande risparmio di denaro pubblico e privato.

    Report

    Rispondi

  • cabass

    07 Dicembre 2015 - 19:07

    E ci credo, che cappero c'è da rubare a Matera o a Oristano?!

    Report

    Rispondi

  • me nono

    07 Dicembre 2015 - 19:07

    Che faccio? Prendo la casa e la trasferisco in Molise?

    Report

    Rispondi

blog