Cerca

L'inchiesta

Crocchette "velenosa" per cani e gatti:
la verità della Gabanelli e dei veterinari

Crocchette

Nella puntata di domenica di Report Milena Gabanelli, ha affrontato il tema dell’alimentazione di cani e gatti ha parlato dei 128 milioni di euro spesi per gli snck di cani e gatti. La Gabanelli, contro gli eccessi della società  moderna propone il ritorno ai vecchi avanzi alimentari che vengono buttati nella spazzatura per un valore di 8 miliardi di euro. Sulle pagine de Il Giornale risponde Oscar Grazioli, veterinario e giornalista che attacca la Gabanelli pur precisando che “mette in luce alcune verità”.  

La spiegazione - Scrive: “Gli alimenti per animali d'affezione si dividono in secchi (le «crocchette») e in umidi (patè, bocconcini ecc.). Soprattutto sui primi cadono i maggiori sospetti, alimentati dalle scarse informazioni in etichetta e dalle inesistenti analisi del ministero della Salute. Nella composizione si legge al primo posto: cereali. Sì, ma quali, quanti e da dove vengono? Soprattutto nei cereali acquistati in Oriente spesso si annidano le micotossine che, in passato hanno causato gravissime malattie nel'uomo (l'Ata da Aflatossina in Russia) e negli animali. Chi dà garanzie su questo versante? Nessuno. Per i cibi umidi è ridicola la definizione in etichetta di «carni e derivati di cui il 4% pollo”. Tuttavia la questione secondo Grazioli non può essere risolta invocando il ritorno agli avanzi di casa tout court. L’alimentazione casalinga si può fare anche se va “studiata” ma allo stesso modo ci si può fidare degli alimenti commerciali anche perché le aziende produttrici non hanno alcun interesse ad avvelenare gli animali con i loro prodotti,. Se non altro per difendere il loro business.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • RUGIA

    21 Gennaio 2016 - 20:08

    le grandi aziende produttrici di cibo x cani e gatti invece hanno molti interessi a far ammalare i ns amici pelosi, infatti producono mangimi costosissimi per animali malati di diabete e reni, spesso malattie provocate dal loro cibo. Consiglio il libro Fido non si fida- parla di cibo x cani e micI. Il cibo migliore x i ns animali: quello cucinato da noi e costa pure meno!

    Report

    Rispondi

blog