Cerca

Vatileaks

La Papessa e il complotto anti-Bergoglio: "C'è qualcuno che vuole il Papa morto"

Leopolda, c'è anche la Papessa Chaouqui:

"Sono nei guai per uno squallido gioco di potere di cardinali. Chi ha armato la mano contro di me è un nemico del Papa, ho fornito le prove alla Gendarmeria". Lo dichiara la pierre e lobbista Francesca Immacolata Chaouqui, imputata nel processo Vatileaks 2, commentando le nuove accuse nei confronti dei prelati che la vogliono eliminare.

La Chaouqui parla in un'intervista pubblicata dal quotidiano La Stampa. "Molti in Vaticano vogliono morto Francesco. Me lo ha detto un cardinale: Il Santo Padre passa, la Curia resta". La donna parla anche dell'ex maggiordomo Paolo Gabriele: "Ho le prove. Fu usato per lotte di potere tra cardinali. Vatileaks 1 non c'entra con le dimissioni di Benedetto. Oggi, attraverso veline ai giornali, i miei nemici sono gli stessi che hanno attaccato il prelato dello Ior, Battista Ricca. I giornalisti sono strumenti, dietro ci sono mandanti che non perdonano a Francesco di aver fatto nomine prescindendo dalle gerarchie della Segreteria di Stato. Sono gli stessi interni che sperano che papa Bergoglio muoia da un giorno all'altro". Quali personaggi sarebbero dietro a Vatileaks2? "Ne ho riferito a Francesco e ho consegnato le prove alla Gendarmeria. Ho agito solo per amore del Papa. In Vaticano ho lavorato gratis e non mai fatto da intermediaria con la politica. Conoscevo già tutti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog