Cerca

In manette

Isis, arrestato un terrorista in Italia. L'orrore: cosa aveva nel cellulare

Isis, arrestato un terrorista in Italia. L'orrore: cosa aveva nel cellulare

Il terrore in Italia. La Digos di Ragusa ha fermato a Pozzallo un migrante sospettato di essere uno jihadista dello Stato islamico. La notizia è stata rilanciata dall'agenzia Agi, che cita fonti investigative della polizia del capoluogo ibleo. L'uomo sarebbe sbarcato nel porto siciliano il 4 dicembre scorso, arrivando sulle coste italiane con un barcone che trasportava decine di altri immigrati. Dall'esame delle fotografie contenute nel cellulare del profugo, effettuato dalla Digos ragusana e dalla Polizia postale di Catania, sarebbero emerse riprese di veri e propri atti terroristici. Già nel dicembre 2014 le autorità di polizia italiane avevano aperto un'indagine sulla presunta infiltrazione di terroristi dell'Isis nel porto siciliano. E ancora, un anno fa l'allarme della magistratura di Parlermo, che insisteva sul rischio che i terroristi si infiltrino tra i migranti sbarcati sulle coste italiane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • controby

    16 Dicembre 2015 - 09:09

    tagliargli i testicoli come loro tagliano le teste ai cristiani ...........

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    15 Dicembre 2015 - 13:01

    Contro i barconi di clandestini l'unica soluzione sono i missili terra-aria...Quanto ai paesi arabi che minacciano la Nazione Occidentale dovrebbero essere trattati col Gas Nervino fino alla distruzione totale degli animali islamici. Ma si sa'...l'Unione Europea è il rifugio di checche sculettanti che emettono gridolini isterici stile "Il Vizietto" e quindi...

    Report

    Rispondi

    • Slimane Melab

      16 Dicembre 2015 - 01:01

      In Italia si dice: " Non se fa di un'erba un fascio". Se tutti i musulmani sono dei terroristi, e quelli che commettono reati in Colombia sparando contro la folla per poter entrare nella guerrilla dei narcotraffici, o quelli dell'ETA, che combinano attacchi contro innocenti in Spagna o quelli dell'IRA in Irlanda, ma anche in Italia c'erano le brigate rossi, ma ancora di più le infinite mafie che non cessano mai. Tutte questi sono di fede Cristiana. Non confondere con le religione, il buono e il cattivo esiste ovunque in tutte le razze e in tutti i culti del mondo. Risposta da un uomo del mondo che ama il suo prossimo!!!

      Report

      Rispondi

  • Janses68

    15 Dicembre 2015 - 09:09

    Sono anni che arrivano senza problemi e scappano anche dai centri d'accoglienza senza problemi .... La sicurezza per noi Italiani e' la prima cosa. Ed invece grazie anche a Mafia capitale tanti sono scomparsi e scappati...

    Report

    Rispondi

  • nero48

    14 Dicembre 2015 - 13:01

    E' come dire " ai poveri migranti che cercano la felicità" di venire comunque sui barconi scortati dalle nostre navi ed invaderci tranquillamente e fare quello che vogliono; ci vorrebbero altre guance oltre le due convenzionali per poterci sentire veramente fratelli! ...Oops... ma quelli cattivi sono anche loro i migranti di Francesco o no?

    Report

    Rispondi

    • gescon

      14 Dicembre 2015 - 14:02

      Provate a farglielo capire alla boldrina

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog