Cerca

Il caso

L'islam vieta le giostre ai nostri bimbi: chiusa per colpa di un maiale

Rovereto, la giostra a forma di maialino e le lamentele dei genitori della scuola

Irritava la sensibilità degli alunni islamici, così diversi genitori musulmani si sono lamentati e hanno chiesto esplicitamente la rimozione di una giostra a forma di maiale. È successo in una scuola di Rovereto, in provincia di Trento. "A destare preoccupazione - spiega Filippo Degasperi del Movimento 5 Stelle - è il fatto che, in seguito alle lamentele di queste famiglie, il gioco per i bambini trentini (pagato dai contribuenti locali) sia stato già "oscurato" con delle panchine (anch'esse pagate con soldi pubblici). La giostra è stata deturpata e privata della sua funzione".

Il grillino prosegue: "Se questo episodio non fosse adeguatamente stigmatizzato dagli organi preposti si costituirebbe un precedente molto pericoloso, perché darebbe legittimazione sostanziale agli episodi di integralismo religioso che purtroppo sono sempre più frequenti". Rincarano la dose la Lega Nord, per bocca del segretario locale, Maurizio Fugatti: "È inaccettabile che invece di insegnare ai bambini stranieri il rispetto della nostra storia, cultura e religione si accetti di farsi sottomettere alle imposizioni religiose di una minoranza che è, e rimane, ospite nel nostro Paese".

Ma ci sono voci che smentiscono le motivazioni religiose. Si parla, come spiega con una nota l'amministrazione di Rovereto, di presunti problemi di sicurezza. Insomma la religione non c'entrerebbe, ma sarebbe solo una questione di altezza del gioco, che avrebbe potuto rappresentare un pericolo per i bimbi. Una ricostruzione che però desta qualche sospetto, secondo la quale l'amministrazione sarebbe stata costretta a prendere carta e penna e scrivere che "la scuola dell'infanzia in questione non ha subito alcun tipo di pressione da parte di famiglie di alunni stranieri e che anzi il rapporto con le stesse è sempre stato caratterizzato da dialogo e rispetto reciproco". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • SGis

    31 Gennaio 2016 - 20:08

    Ogni giorno che passa sento di vergognarmi sempre di più di appartenere a questi Italia di merda per colpa di questi rappresentanti leccaculi. Basta con la scusa dell'islam... se a questi non gli sta bene il maiale, le donne nude e magari anche la carota vadano a scatarrare cazzate a casa loro. A noi non piace quello schifoso velo che anno in testa e allora????????

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    31 Gennaio 2016 - 19:07

    Italiani pecoroni. Questi beduini sono a casa nostra e vogliono imporci tutte le loro cazzate. Non vogliono le croci non vogliono il maiale, non vogliono il nudo artistico, arrapati come sono vogliono le nostre donne . Mandarli aff----lo e rispedirli tutti a casa loro a nuoto no? Italia svegliati prima che sia troppo tardi. Forza Salvini! Non sono mai stato della lega, ma questa volta il voto èsuo

    Report

    Rispondi

  • routier

    17 Dicembre 2015 - 08:08

    L'amministrazione di Rovereto dice che è stato rimosso perché troppo alto e quindi pericoloso per i bambini. ma se la motivazione fosse questa, bastava abbassarlo mica toglierlo. La foglia di fico non è sufficiente per coprire l'appecoronamento all'islam. Spero che gli elettori, nel futuro ne tengano conto.

    Report

    Rispondi

  • Angelalbert

    16 Dicembre 2015 - 10:10

    Ma forse l'amministrazione ha preso questa posizione (se vera) perché il muso del porco assomigliava troppo a quello del compagno di merende al concime e pervertito Vendola. Allora è comprensibile la tutela dei minori. Semmai predispongano un'altra giostra con figure più allegre come Babbi Natale, renne etc. Vediamo se la feccia islamica reagisce?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti