Cerca

Il venerabile della P2

Licio Gelli è morto a 96 anni: i segreti che si porta nella tomba

Licio Gelli

Addio al venerabile maestro della P2. All'età di 96 anni è morto Licio Gelli, nella storica Villa Wanda ad Arezzo. Recentemente, l'uomo che fu al vertice della loggia massonica più celebre e controversa della storia d'Italia, era stato ricoverato. Le sue condizioni di salute erano da tempo precarie, e recentemente peggiorate: la moglie Gabriela Vasile aveva deciso di ricoverarlo nella clinica pisana di San Rossore, dalla quale è stato dimesso alla fine della scorsa settimana poiché giudicato in fin di vita. Dunque la scelta di riportarlo a Villa Wanda, dove è spirato.

Nato a Pistoia il 21 aprile del 191, Gelli, come detto, balzò agli onori della cronaca quando si scoprì dell'esistenza della loggia P2. Fu condannato per depistaggio delle indagini sulla strage alla stazione di Bologna del 1980; fu detenuto in Svizzera e Francia e coinvolto in varie altre inchieste. Successivamente, si era ritirato nella sua abitazione sulle colline aretine, la cattedrale dei segreti e dove furono ritrovati i documenti che svelarono "Propaganda 2". Lascia la seconda moglie, Gabriela (la prima, Wanda, è scomparsa da tempo) e tre figli: Raffaello, Maurizio e Maria Rosa; la quarta figlia, Maria Grazia, morì nel 1988 in un incidente stradale. I funerali si dovrebbero tenere giovedì a Pistoia; la camera ardente dovrebbe essere allestita nella chiesa di Santa Maria delle Grazie ad Arezzo, a pochi metri da Willa Wanda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    17 Dicembre 2015 - 20:08

    Chissà in quanti avranno tirato il fiato......

    Report

    Rispondi

blog