Cerca

La restrizione

Guardate film e calcio con una pay tv? Arriva la vendetta del Comune

Guardate film e calcio con una pay tv? Arriva la vendetta del Comune

Basta una parabola sul tetto di casa o un decoder con smartcard per la paytv e si è considerati ricchi e felici. È la filosofia alla base dei criteri stabiliti dal comune di Norbello, in provincia di Oristano, per l'assegnazione di dei sussidi sociali e per l'inserimento lavorativo tra i 1200 abitanti. Così secondo la giunta guidata dal sindaco Matteo Manca, scrive la Nuova Sardegna, basta un abbonamento alle paytv per non essere indigenti: chi ne sottoscrive uno si vede quindi decurtare quattro punti nella graduatoria per l'accesso al fondo sociale della Regione. Stesso criterio usato per un caso più ragionevole, il possesso di un'auto di grossa cilindrata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Andi50

    04 Gennaio 2016 - 11:11

    A Norbello hanno ragione, non sei indigente se quardi cinema e calcio con l'abbonamento e poi vuoi l'accesso al fondo sociale della Regione.

    Report

    Rispondi

  • lepanto1571

    04 Gennaio 2016 - 11:11

    Tutti i soldi agli immigrati.

    Report

    Rispondi

blog