Cerca

Il biografo di Ratzinger

"Più magro, un occhio che non vede più
Il Papa era troppo stanco per continuare"

"Più magro, un occhio che non vede più
Il Papa era troppo stanco per continuare"

"L'udito era calato; l'occhio sinistro non vedeva più; il corpo smagrito, tanto che i sarti facevano fatica a tenere il passo con nuovi abiti. È diventato molto delicato, ancora più amabile e umile, del tutto riservato. Non appare malato, ma la stanchezza che si era impossessata di tutta la sua persona, corpo e anima, non si poteva più ignorare". Così Peter Seewald, biografo di Benedetto XVI, descrive le condizioni di Ratzinger incontrato dieci settimane fa, quando "mi ha accolto nel Palazzo Apostolico per proseguire i nostri colloqui finalizzati al lavoro sulla sua biografia", spiega in un articolo pubblicato dal tedesco Focus e dal Corriere della Sera.

Vatileaks - "Non mi lascio andare a una sorta di disperazione o di dolore universale, semplicemente mi appare incomprensibile", aveva detto il Pontefice a Seewald che aggiunge: "Ad agosto, durante un colloquio a Castel Gandolfo, gli avevo chiesto quanto lo avesse colpito l’affare Vatileaks". Sosteneva che "l'evento non gli aveva fatto perdere la bussola - continua il biografo - né gli aveva fatto sentire la stanchezza del suo ruolo perché può sempre accadere". E ancora gli aveva detto il Papa: "Non mi lascio andare a una sorta di disperazione o di dolore universale semplicemente mi appare incomprensibile. Anche considerando la persona (Paolo Gabriele, ndr), non capisco cosa ci si possa aspettare. Non riesco a penetrare la sua psicologia".

Il futuro della Chiesa - "Mai lo avevo visto così esausto, così prostrato - rimarca Seewald - Con le ultime forze rimaste aveva portato a termine il terzo  volume della sua opera su Gesù. Joseph Ratzinger è un uomo incrollabile, una persona capace sempre di riprendersi rapidamente", ma ora ha detto di sentirsi "un uomo anziano e le forze mi abbandonano. Penso che basti ciò che ho fatto". Così il Papa ha risposto al suo biografo che gli chiedeva "cosa ci si deve aspettare   da Sua Santità, dal suo pontificato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mbotawy'

    18 Febbraio 2013 - 17:05

    Poteva fare la fine di Papa Luciani.O e'stato molto intelligente,o avvisato (ex maggiordomo?)che ha scelto di andarsene da quell'inferno,pur conosciuto come creato da Dio.

    Report

    Rispondi

blog