Cerca

Indagini a Firenze

Per Ashley il superpoliziotto del caso Knox-Kercher

E' stato alla guida dell'indagine su uno dei casi più controversi degli ultimi decenni di cronaca nera, quello dell'uccisione di Meredith Kercher. Domenico Giacinto Profazio era nel novembre 2007 alla guida della questura di Perugia e c'era lui in sella quando Amanda Knox e Raffaele Sollecito vennero interrogati e poi arrestati con l'accusa di aver ucciso la ragazza inglese. Ora, Profazio, è alla guida delle indagini sulla morte di Ashley Olsen, l'americana trovata morta nella sua casa di Firenze. Due casi, certo, molto diversi, anche per eco mediatica. Ma c'è sempre di mezzo un'americana...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rudiger

    14 Gennaio 2016 - 14:02

    Pusher conosciuto anche dalla legge,aspettavano che uccidere una persona per levarlo dalla circolazione? Era in libera circolazione perché faceva comodo a qualcuno? Adesso dovrebbero mantenerlo in galera a spese di coloro che se ne servivano e non a spese della comunità.

    Report

    Rispondi

  • rudiger

    14 Gennaio 2016 - 14:02

    Pusher conosciuto anche dalla legge,aspettavano che uccidere una persona per levarlo dalla circolazione? Era in libera circolazione perché faceva comodo a qualcuno? Adesso dovrebbero mantenerlo in galera a spese di coloro che se ne servivano e non a spese della comunità.

    Report

    Rispondi

  • gianniob

    14 Gennaio 2016 - 08:08

    "....Ma c'è sempre di mezzo un'americana..." Ha dimenticato che c'è sempre di mezzo anche un negro.

    Report

    Rispondi

  • exbiondo

    12 Gennaio 2016 - 11:11

    allora siamo certi che il colpevole non si troverà mai se si continua a mettere i casi in mano a degli inetti bravi solo a far diventare i casi dei gossip

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog