Cerca

Sisal

Dopo 18 anni cambia tutto nel Superenalotto: "Sarà una schedina più ricca"

Dopo 18 anni cambia tutto nel Superenalotto:

Piccolo sgambetto per il "nemico" Gratta e Vinci e cambia tutto nel Superenalotto. Dal 31 gennaio aumenteranno i montepremi, il jakpot e anche il prezzo della schedina. Se fino ad oggi si vinceva con almeno tre numeri sulla schedina, con il nuovo Superenalotto si parte da due numeri e la probabilità di vincere, stando a quanto spiega la concessionaria Sisal, aumenterà di venti volte. Le regole non cambiavano da 18 anni ma negli ultimi tempi la concorrenza dei Gratta e Vinci e il successo delle rendite a vita ha drasticamente diminuito il fascino del Superenalotto. Dopo oltre duemila estrazioni e 4,3 miliardi di euro vinti, il gioco nato da un'idea di Rodolfo Molo "cambia le carte in gioco". La vincita per due numeri azzeccati sarà di almeno cinque euro ma la schedina darà l'accesso anche ad altri premi grazie a un "quadretto magico", simile a quello dei prodotti Lottomatica. Ma ancora più interessante, il valore medio del jackpot salirà vertiginosamente, passando dagli attuali 39 milioni di euro ai 110 milioni. Così ogni qualvolta che nessuno si aggiudicherà il fatidico 6, il jackpot crescerà di un milione alla settimana. E attenzione. Da febbraio, il doppio, due milioni alla settimana. Cresce anche il prezzo della schedina: mentre oggi con un euro si possono fare due giocate, dal 31 gennaio con lo stesso prezzo si potrà fare soltanto una sola. Marco Caccavale, direttore Business Unit Lottery del gruppo Sisal, ci tiene a precisare: "Nonostante questo sarà una schedina più ricca e con un montepremi più alto. La percentuale del montepremi passerà dal 34,6% al 60%". Un duro colpo per le casse dello Stato: dal 53,6% la quota di incassi dell'erario passerà al 28,27% mentre resteranno invariate quelle riservate alle ricevitorie (8%) e alla concessionaria Sisal (3,37%).

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • koccobill

    03 Ottobre 2016 - 12:12

    è già da un pezzo che funziona così.....ma cosa cavolo scrivete ?

    Report

    Rispondi

blog