Cerca

Procura di Verona

Pietro Maso di nuovo nei guai. Ci ricasca con le sorelle: l'accusa

Pietro Maso di nuovo nei guai. Ci ricasca con le sorelle: l'accusa

E' ancora nei guai Pietro Maso. Uscito dal carcere dopo 22 anni per aver ucciso, il 17 aprile del 1991, i genitori, sarebbe indagato dalla Procura di Verona per tentata estorsione ai danni delle sorelle.

Solo pochi giorni fa, in una intervista al settimanale Chi aveva parlato del suo avvicinamento alla fede, del cambio di vita e di quella telefonata di Papa Francesco: "Ho scritto una lettera al Papa in cui mi scusavo per quello che ho fatto 25 anni fa e pregavo per la pace. Dopo qualche giorno ha suonato il telefono: Sono Francesco, Papa Francesco. Ora dedicherò la mia vita agli altri".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    22 Gennaio 2016 - 08:08

    Si fa presto a dirsi pentiti. Bisognerebbe prima dimostrarlo con i fatti.

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    22 Gennaio 2016 - 01:01

    ma come si è ravveduto!!!! Commovente, chissà se papa piacione gli telefona anche stavolta.

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    21 Gennaio 2016 - 18:06

    Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Questo miserabile ha fatto soltanto 22 anni di galera dopo aver barbaramente ammazzato il padre e la madre. E il rimbambito di Bergoglio gli ha fatto e si fa pubblicità telefonandogli e facendolo sapere in giro. Togliete l'8 × 1000 alla Chiesa Cattolica. La compilazione del Mod. 740 si avvicina.

    Report

    Rispondi

    • GiorgettoR

      27 Gennaio 2016 - 15:03

      Veramente è stato Maso (e non Bergoglio) a farsi pubblicità dicendo che il Papa lo aveva chiamato dopo che Maso gli aveva scritto una lettera. Circostanza tutta verificare, tra l'altro. Come ha travisato le cose, gentil signore!

      Report

      Rispondi

  • nocomment

    21 Gennaio 2016 - 12:12

    ma vai a cagare, merda umana che ammazzi i genitori per i soldi, dovevano metterti in un forno.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog