Cerca

Crisi del cinema a luci rosse

Le attrici hard si danno alla prostituzione. Quanto costa una notte con una pornostar

Le attrici hard si danno alla prostituzione. Quanto costa una notte con una porno star

La crisi del mondo del cinema a luci rosse ormai soppiantato dal web si ripercuote sulla vita delle pornostar, che ora, per sbarcare il lunario, si danno alla prostituzione. Come riporta un'inchiesta del Fatto quotidiano, il giro d'affari si è spostato su internet. Roberto Giulianelli spiega: "È iniziato tutto con l' intuito dei fondatori del sito americano Brazzers: ricordo che nel 2007 erano all'Avn di Las Vegas (fiera dell'hard) e si aggiravano per gli stand con il biglietto da visita, in giacca e cravatta, presentandosi come web master che stavano sperimentando la diffusione su internet. Oggi vengono all'Avn con il jet privato. Brazzers ha assorbito tutte le case di produzione, le ha rese una sorta di fabbrica cinese di scene hard e con internet ha abbattuto i prezzi della distribuzione di dvd e punti vendita. E l'utente è libero di scegliere quello che preferisce".

I siti hard, infatti, sono quasi 30 milioni e costituiscono il 15% del totale dei siti internet. MindGeek è una società con sede in Lussemburgo che sembra gestisca i più importanti aggregatori di video porno gratuiti, come Pornhub, Youporn e Retube. Pornhub è uno dei siti più visitati, con una media 78,9 miliardi di video visti all'anno. Ogni giorno riceve 60 milioni di visite. Ogni anno Pornhub ricava circa 4,3 milioni di dollari solo dalle inserzioni pubblicitarie. Più di 3 milioni sono i ricavi da Redtube e 3,5 da Youporn. 

A farne le spese sono le case di produzione e gli attori. Le prime sono scomparse e per le pornostar c'è un'iperofferta. Il web però impone un ricambio costante e così migliaia di ragazze firmano contratti per girare anche 300 scene di sesso. Per ogni scena sono pagate 300 dollari. "In questo modo, però, le attrici hanno vita brevissima. Dopo 300 scene sei finito - spiega Giulianelli - prima, una porno attrice aveva un range di business di tre anni. Oggi, dopo tre mesi subentrano nuove leve". Le vecchie "si prostituiscono". Sheila, nome di fantasia, è una ex pornostar e racconta: "Alla fine, eccomi qui. Mi sono dovuta riciclare perché non c'era più spazio. Internet ha spazzato via tutte le possibilità di fare film. Quando sono arrivata in Italia, dieci anni fa, credevo che con i film avrei fatto la bella vita. Ma ho viaggiato e visto tanti soldi solo per qualche anno. Poi basta, nessuno mi ha più cercata". E oggi quanto guadagna: no comment.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    01 Febbraio 2016 - 18:06

    Provate a passare una notte con la Milly d'Abbraccio....A volte mi domando se questa ce l'ha d'oro o se in mezzo alla cosce ha una cassa continua.Vedetevela voi.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    01 Febbraio 2016 - 14:02

    Ora? Perchè prima? PS: Quanto è arzillo il Trota. Peccato che quando si parli di scandali di sx, il suo contributo sia assolutamente nullo. Ma poi, mi domando, come mai commenta solo arogmenti di natura sessuale? Noin sarà che sotto sotto, l'uomo sia invidioso del priapico vegliardo? Da cosa muove la sua avversione per B? Da un convincimento morale e etico o semplice invidia?

    Report

    Rispondi

    • iltrota

      01 Febbraio 2016 - 14:02

      Nulla di ciò che riguarda l' invidia, caro arwen. Io commento tutto ciò che riguarda Silvio e i suoi affari sporchi: in questi ci stanno le 10.000 promesse mancate, la rovina dell' Italia, i benefici ottenuti dalle sue aziende, la immoralità dell' ometto, la zozzeria morale dei suoi sodali, ecc ecc. Ricorda che Silviazzo potrebbe vantarsi di aver sdoganato la puttanaggine al governo del Paese!!

      Report

      Rispondi

  • Janses68

    01 Febbraio 2016 - 11:11

    Troppe perversioni che vengono fatte diventare realta' per questa societa' fatte di persone perverse senza limiti , troppe vengono realizzate da donne uomini bambini sfruttati o meno .... ma solo per una cosa : per denaro per soddisfare in questo modo dei bisogni. Cosa si apsettavate brutti schifosi un reddito normale ? Fate solo schifo chi ci lavora e chi lo sfrutta. Fate un lavoro normale.

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    01 Febbraio 2016 - 10:10

    La notizia potrebbe interessare moltissimo il Vecchietto Arzillo di Arcore !!!

    Report

    Rispondi

    • exbiondo

      01 Febbraio 2016 - 11:11

      e invece ha interessato te

      Report

      Rispondi

      • iltrota

        01 Febbraio 2016 - 13:01

        ...e te , bananas !!!

        Report

        Rispondi

blog