Cerca

Cosa succede allo Stivale

Un allarme rosso (tra poche ore). Meteo, come verrà colpita l'Italia

Un allarme rosso (tra poche ore). Meteo, come verrà colpita l'Italia

Come previsto, ma forse più in fretta del previsto, arrivano pioggia e neve. L'anticiclone che ha dominato gli ultimi giorni a cavallo tra gennaio e febbraio ha definitivamente ceduto al maltempo. Nella mattinata di oggi, mercoledì 3 febbraio, è arrivata sullo Stivale la prima perturbazione in ingresso dal Nord Europa, che porterà giù la colonnina di mercurio e scatenerà perturbazioni, pioggia e neve, da Nord a Sud del Paese. Già nelle prossime ore è previsto un netto peggioramento delle condizioni atmosferiche.

Questo, però, sarà soltanto l'inizio. Occhi puntati sul weekend incombente, quello del 6 e 7 febbraio, dove il maltempo sarà ancora più intenso a causa della perturbazione ribattezzata Golia: in questa seconda "tranche" di perturbazioni verranno colpite in particolare le Alpi e la dorsale appenninica al di sopra dei mille metri. Attesi gravi nubifragi anche su Liguria e Toscana. Dunque le nevicate, attese fino a 150 centimetri sopra i 1.500-1.600 metri; fortissimi venti di Libeccio accompagneranno piogge e neve.

Per tutto il mese di febbraio, insomma, il tempo sarà più variabile rispetto alle settimane di dicembre e di gennaio, anche se le temperature risulteranno sempre al di sopra delle medie stagionali. Con discreta probabilità il meteo durerà ancora per le settimane successive: alcuni sistemi nuvolosi atlantici, infatti, porteranno instabilità e precipitazioni in abbondanza, nonostante, come detto, le temperature miti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • umberto2312

    06 Febbraio 2016 - 06:06

    Non sarà l'ennesima bufala metereologica? E' da Novembre che prevedete bufere di neve che puntualmente non si avverano.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    03 Febbraio 2016 - 22:10

    Speriamo che si abbatta con tutta la forza possibile ed immaginabile in Piazza di Monte Citorio, 00186 Roma.Un cero alto due metri alla Madonna e vado a Lourdes in ginocchio.

    Report

    Rispondi

  • TOMMA

    03 Febbraio 2016 - 18:06

    A novembre tre ondate di gelo siberiano col vento Burian che ci avrebbe stecchito. Poi la prima che doveva il giorno successivo riempire di neve tutto il lungomare adriatico da nord a sud (questo mostravano gli esperti del c... in tanti tg), per poi risolversi in...Nulla. Le altre due ondate, sparite, e ora ci dicono che nevicherà sulle Alpi a 1500 1600 metri. Andate tutti a cagare.

    Report

    Rispondi

  • straniero

    03 Febbraio 2016 - 18:06

    Quindi oggi Libero cambia strategia: allarme rosso per il maltempo e non per l'ISIS. Quindi voi di Libero dovete aspettare ancora che grazia all'Isis cadrà il governo del vostro nemico e poi potete festeggiare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog