Cerca

L'operazione Lucignolo

Napoli, una scuola per imparare a rapinare
I prof? Quattro minorenni arrestati

Napoli, una scuola per imparare a rapinareI prof?

Una vera e propria scuola di rapina per insegnare ai ragazzi come mettere a segno un colpo. Succedeva a Castello di Cisterna, nel napoletano.  Quattro minorenni, accusati a vario titolo di aver compiuto undici rapine, sono stati arrestati all'alba. Dopo i colpi a supermercati, farmacie e benzinai, i giovani andavano a festeggiare in pizzeria e caricavano su Facebook le fotografie.
"Se non sei in grado di farlo, non sei uomo!", diceva il capo del gruppo, maggiorenne e adesso detenuto per altri motivi, incitando i ragazzini a delinquere sotto la sua direzione. Le indagini dei carabinieri hanno portato alla luce il "metodo educativo" del capo della banda e permesso di scoprire i luoghi di riunione dove venivano pianificati i colpi, i nascondigli dove venivano nascosti auto e motocicli impiegati per le rapine e gli abiti e le armi usati per mimetizzare le corporature e per minacciare i titolari delle attività prese di mira. Infine, nel corso dell'operazione battezzata "Lucignolo", gli arresti

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • exbiondo

    04 Febbraio 2016 - 19:07

    DNA napoletano doc. Questi era meglio fossero adottati da due gay che cresciuti da zoccalame che non sa neanche con chi li ha concepiti

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    04 Febbraio 2016 - 16:04

    Sono dei fessi.Potevano aspettare di diventare maggiorenni e poi entrare in politica....Rubavano alla grande e nessuno gli faceva nulla.

    Report

    Rispondi

blog