Cerca

Trovate

Sollecito lancia il social network dei morti: il business macabro invade Sanremo

Sollecito lancia il social network dei morti: il business macabro invade Sanremo

Vita nuova per Raffaele Sollecito, che si lancia in un'attività imprenditoriale tutta sua: un social network per commemorare i defunti, che prevede anche la possibilità di caricare foto e video. Inoltre, sarà uno strumento di e-commerce, che servirà a posare mazzi di fiori sulla lapide del proprio caro, il quale, magari, riposa a centinaia o migliaia di chilometri di distanza. Sono queste, in estrema sintesi, le potenzialità della start-up promossa dall'ingegnere elettronico, 31 anni, assolto in via definitiva dalla Cassazione per l'omicidio di Meredith Kercher. Sollecito ha presentato il suo progetto al Palafiori di Sanremo, a margine degli eventi legati al Festival della Canzone Italiana.

"È un portale che nasce come ibrido tra social network ed e-commerce che abbiamo chiamato Memories - ha spiegato -. Un profile-commerce, così come abbiamo deciso di classificarlo, con il quale una persona, dopo essersi registrata, potrà creare il profilo del proprio caro, commemorandolo con foto e filmati". Oltre al lato social, però, ce n'è uno commerciale: "L'utente - prosegue Sollecito - potrà anche acquistare prodotti locali come fiori, corone o altri prodotti, che saranno posati sulla lapide del proprio caro". L'idea, ha concluso, "nasce da un fatto triste, avvenuto nel 2005, ovvero la morte di mia madre, che io cercavo di commemorare. In questo modo si potranno azzerare le distanze".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • massimo1954

    09 Febbraio 2016 - 16:04

    Dovrà pur pagare gli avvocati.Se non è un lavoro illecito,non vedo lo scandalo.Ci sono cose ben più gravi in Italia che non vogliamo "vedere".

    Report

    Rispondi

blog