Cerca

La frase sotto accusa

Il consigliere leghista: "Se avessi un figlio gay lo brucerei nel forno". Sono guai per Toti

Il consigliere leghista:

Bufera su un consigliere regionale ligure della Lega Nord. Subito dopo un confronto in commissione tra i rappresentanti dell'associazione Agedo (associazione genitori di omosessuali), Giovanni De Paoli avrebbe sbottato: "Se avessi un figlio omosessuale, lo brucerei nel forno". Questa, almeno, è la versione di Stefania Gori e suo marito Manrico Polmonari, presenti all'incontro, genitori di un ragazzo gay e sbigottiti dalla frase: "Ci siamo sentiti gelare il sangue, perché parlava anche di nostro figlio - spiega la Gori a Repubblica -, credo che sia allucinante questo comportamento, tanto più da un rappresentante pubblico".

"Viziati e viziosi" - In commissione di era discusso di legge regionale sulla famiglia e anche fuori dall'aula il confronto era andato avanti in maniera pacata. Poi quella (presunta) uscita del consigliere leghista. "Non ho detto quella frase - si difende De Paoli - ma sono tradizionalista, lo ammetto. Non potrò mai ammettere quelle cose dei figli omosessuali. Dite che ho esagerato? Dico sempre la verità. É quello che pensa la gente. La famiglia è un papà e una mamma, un nonno e una nonna. Cosa farei se avessi un figlio omosessuale? Se fosse una malattia lo curerei, ma invece penso sia un vizio e non ci sarebbe nulla per guarirlo". Il leghista poi rincara la dose: "Io non chiedo scusa a nessuno, io non parlavo di loro, parlavo di cose mie, di cosa avrei fatto io, parlavo della mia posizione. E la commissione era finita. Sono viziati, viziosi, e mi fanno solo pubblicità".

"De Paoli si deve dimettere" - A botta calda Pd e Movimento 5 Stelle hanno chiesto le dimissioni di De Paoli e che il governatore forzista Giovanni Toti si dissoci pubblicamente. Stefania Pucciarelli, consigliera leghista, prende le distanze sempre con Repubblica: "Spero che De Paoli possa chiarire quanto accaduto oggi a margine della seconda commissione e mi auguro che tutto sia frutto di un semplice fraintendimento. Io in qualità di madre, quello che ritengo essenziale per il bene di mio figlio è la sua serenità e non la sua sessualità, tutto il resto per me è irrilevante. Quindi, mi dissocio completamente da eventuali dichiarazioni fuori luogo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ernesto1943

    12 Febbraio 2016 - 13:01

    fatemi capire cosa c'entra Toti e Salvini se un cretino ha straparlato.questo dimostra quanta falsità e quanta ipocrisia esiste nel nostro paese.

    Report

    Rispondi

  • leghistamonzese

    11 Febbraio 2016 - 22:10

    Una sola domanda, a quanti nella vita non è mai "scappato" un T'AMMAZZEREI, ecco domandatevelo prima di postare le STUPIDATE che postate. Ovvero chi è senza peccato SCAGLI la prima pietra, diceva anni fa uno che ne sapeva sicuramente piu di ME.

    Report

    Rispondi

  • L'infeltrato

    11 Febbraio 2016 - 10:10

    E' bastato che la loro amichetta francese li chiamasse camerati che gli omuncoli verdi si sono subito ricordati da dove vengono

    Report

    Rispondi

  • La cugina di Gheddafi

    11 Febbraio 2016 - 10:10

    se piuttosto questo signore si desse lui fuoco credo metterebbe tutti d'accordo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog