Cerca

Evasioni

La rivelazione choc su Ikea:
il dossier che inguaia il colosso

La rivelazione choc su Ikea:il dossier che inguaia il colosso

L'Ikea ha eluso un miliardo di tasse. E' l'accusa contro il colosso svedese che emerge da un rapporto degli eurodeputati Verdi. Un miliardo di euro di tasse non pagate tra il 2009 e il 2014, "una perdita per ogni Paese che va dal 35% in meno incassato in Belgio al 64% della Francia" scrive oggi Repubblica.  Lo studio è stato affidato al ricercatore Marc Auerbach che spiega come, attraverso un sistema basato sulle scatole cinesi che utilizza le legislazioni in termini di tasse, il colosso del low-cost sia riuscito ad elurder ele tasse. E' un lavoro che stiamo portando avanti da molto tempo sul tema dell'evasione e dell'elusione fiscale - ha spiegato a Repubblica Monica Frassoni, co-presidente del Partito Verde europeo. - soprattutto da quando l'anno scorso è esploso il LuxLeaks. Questo dell'Ikea è il gioco delle tre carte, un sistema di passaggio di profitti da un Paese e da una società all'altra che permette l'ottimizzazione delle tasse". Immediata è arrivata la replica del colosso che si è difeso dalle accuse affermando di  "pagare le tasse in linea con le leggi e i regolamenti, ovunque siamo presenti come rivenditori, produttori o in qualunque altra forma. Abbiamo un forte impegno per condurre le nostre operazioni in modo responsabile e dare un contributo alle società all'interno delle quali operiamo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • umberto1

    13 Febbraio 2016 - 16:04

    perche' e una novita? e uno sport delle multinazionali in quanto le leggi lo permettono.

    Report

    Rispondi