Cerca

L'omicidio di Loris

La verità di Veronica, "Il movente e l'arma del delitto"

Omicidio Loris, l'accusa di Veronica Panarello:

E' stata interrogata questa mattina Veronica Panarello. Le ultime rivelazioni e l'accusa pesantissima al nonno del piccolo Loris, hanno spinto gli inquirenti a entrare nel carcere di Catania dove è reclusa con l'accusa di aver ucciso il figlio di otto anni. "Ho la convinzione che Veronica Panarello riconfermerà con dovizia di particolari quello che ha già detto alla psicologa o ai periti del gup, che potrebbe aggiungere dei nuovi particolari alla vicenda", ha detto l'avvocato Francesco Villardita, legale della madre di Loris, prima dell'interrogatorio in carcere della donna che ha accusato il suocero di essere lui l'assassino del bambino.

"Se le sue accuse saranno confermate oggi davanti ai pm - ha aggiunto - avranno una valenza più pregnante nel processo. La sua versione dei fatti dovrà essere sottoposta al vaglio della magistratura, di polizia e carabinieri".  Il legale ha poi aggiunto: "Le dichiarazioni di Veronica Panarello sono forti perché forniscono movente, complice e dinamica del fatto, e fornisce anche l'arma del delitto. Per la prima volta - ha aggiunto il penalista - si parla di omicidio e non di incidente e c'è una chiamata in correità. Io ho visto la signora Panarello due giorni fa e l'ho trovata decisa a riconfermare la sua versione dei fatti e ci auguriamo che stamattina faccia luce e chiarezza su questa misteriosissima vicenda". I

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cane sciolto

    19 Febbraio 2016 - 23:11

    Non sono in grado di condannare o assolvere poiché ho dei nipotini quasi della stessa età del povero Loris, ma una cosa e certa che questa donna non ha mai detto la verità, se poi e come dice lei che era amante del suocero la cosa e ancora molto più grave.

    Report

    Rispondi

  • remare2006

    19 Febbraio 2016 - 19:07

    Se una mamma arriva o si presta all'iliminazione fisica del proprio figlio vi deve essere stata alla base una motivazione che va oltre ogni logica ed il coinvolgimento del nonno amante, può essere una motivazione scatenante, anche se oltre all'umano.

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    19 Febbraio 2016 - 19:07

    non credo alla confessione della Panariello. non credo che Veronica e il suocero fossero amanti. Quella mattina il nonno non era in casa della nuora. Forse Veronica sa chi ha ucciso Loris, però è meglio tacere. Comunque nelle sue diverse confessioni e ferma a non confessare un delitto che non commesso. Ma per quanto tempo ancora? Cederà?

    Report

    Rispondi

  • mariano

    19 Febbraio 2016 - 16:04

    Non credo alla versione del nonno. Per sta coprendo l vero amante!

    Report

    Rispondi

    • fonty

      fonty

      19 Febbraio 2016 - 18:06

      Perchè non potrebbe essere il suocero il suo amante, visto che era sempre in casa della nuora ? Poi questa non è certo un angioletto, visto che anni fa aveva avuto una relazione pure col cognato, di cui era a conoscenza anche il marito che poi l'aveva perdonata.

      Report

      Rispondi

blog