Cerca

Le novità sulle separazioni

La stangata su divorzi e assegni. Cosa userà la Finanza contro gli evasori

La stangata su divorzi e assegni. Cosa userà la Finanza contro gli evasori

Arriva un nuovo giro di vite sui controlli della Guardia di Finanza per le coppie in fase di divorzio, separazioni e per quelle coinvolte in procedimenti che prevedono assegni di mantenimento. Già dal 1970, l'articolo 5 delle legge n.898 dava la possibilità al giudice di dare mandato alle Fiamme gialle per verificare eventuali discordanze sulle dichiarazioni che i due coniugi devono presentare relativamente al proprio patrimonio e a quello comune. Soprattutto nel caso in cui, ad esempio, uno dei due coniugi si dichiari non abbiente e richieda la difesa a carico dello Stato. Stando alla circolare n.364521/2015, i controlli possono essere disposti sia dal giudice che spontaneamente dal comando territoriale della Finanza. Un nuovo metodo che avrebbe portato a esiti positivi nello smascherare false dichiarazioni e che ha portato i comandi territoriali a rafforzare i controlli.

Le novità - La controffensiva della Finanza contro l'evasione nelle separazioni prevede una serie di aggiornamenti ai metodi di contrasto che parte dall'introduzione di nuovi codici nel database informatico delle Fiamme gialle, passando per l'uso più intensivo di mezzo aerei e navali. In questo modo i finanzieri controlleranno l'eventuale esistenza di immobili e concessioni governative, con le relative imposte non pagate ad esempio per barche e seconde case.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog