Cerca

Perfezionista

Le telefonate inquietanti di Pietro Maso. Paura per le sorelle: che cosa ha detto

Pietro Maso di nuovo nei guai. Ci ricasca con le sorelle: l'accusa

Torna un'ombra inquietante sulla testa di Pietro Maso, il quarantaquattrenne che nel '91 ammazzò i genitori Antonio e Mariarosa a Montecchia di Crosara. L'ultimo sospetto su di lui arriva da un'intercettazione che gli inquirenti hanno raccolto durante una sua telefonata: "Le mie sorelle? - avrebbe detto Maso - Su di loro devo finire il lavoro di 25 anni fa...". Maso è indagato dallo scorso gennaio per un tentativo di estorsione ai danni di un amico veronese. Lo scorso martedì, dalla questura di Milano, scrive il Corriere della sera, a Maso è stato notificato il "foglio di via obbligatorio" che lo costringerà a lasciare la città. Le frasi dette da Maso in due distinte telefonate hanno spinto i Carabinieri a intensificare la protezione per le due sorelle, Nadia e Laura, titolari di un'erboristeria a Caldiero. Sono state loro a denunciare Pietro l'8 gennaio: "L'abbia fatto per lui - hanno detto - perché ha bisogno di aiuto. Ma l'ultima intenzione che abbiamo è di danneggiarlo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andresboli

    05 Marzo 2016 - 12:12

    era marcio prima, in galera è peggiorato..

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    03 Marzo 2016 - 21:09

    Subito in galera a vita!

    Report

    Rispondi

  • giornali

    03 Marzo 2016 - 18:06

    Possibile che i soldi dei contribuenti debbano essere spesi per permettere a un un criminale incallito di star fuori dal carcere, con tutti gli annessi e connessi di intercettazioni, consilenze, scorta alle sorelle, quando era tanto più facile e logico lasciarlo dentro e buttare la chiave?

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    03 Marzo 2016 - 15:03

    Le povbere sorelle, bontà loro fraterna, hanno torto: questo avanzo di galera va rinchiuso a vita, altro che non danneggiarlo!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog