Cerca

La Cei ai candidati: la bellezza

non sia l'unico credito

La Cei ai candidati: la bellezza
Veline, candidate, bellezze pronte per le Europee. Se ne sono dette di tutti i colori, tutti hanno detto la loro. Mancavano solo i vescovi. Che oggi hanno deciso di dire la loro in materia: e danno lo stop alla 'candidata-starlette'. «La bellezza può avere la sua importanza ma non può essere l'unico elemento o l'elemento decisivo di scelta» di un candidato politico, afferma monsignor Diego Coletti, responsabile della pastorale per l'educazione della Cei. «La bellezza ha un ruolo scenico, offre un senso di percezione della forma. Anche l'occhio vuole la sua parte. Ciò che crea il guasto culturale è che quello sia l'unico elemento o l'elemento decisivo», ha aggiunto Coletti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    28 Maggio 2009 - 17:05

    Chissà se l'arianesimo e...razza pura...non siano iniziate con fenomeni di "velinismo" applicato ? Dove l'aspetto estetico aumenta la valenza al supporto in un credo essenziale e "pass" di questa società. Quando si ha la fortuna di poter mostrare foto del proprio gruppo familiare così bello ed elegante...bisognerebbe anche avere la consapevolezza che questo è stato un dono non riuscito a tutti. Quando il PD Franceschini ha espresso l'imprescindibile concetto che un Premier deve poter trasmettere il miglior esempio possibile al Paese (avvitandosi, poi, nel coinvolgimento dei figli) ...è sacrosanto !! Intanto, riflettevo sull'essenza di "rapporti piccanti", sotto la quale soglia si potrebbe essere "legittimati" ?? Sempre su letture fatte sull'argomento (visto che di elezioni europee non interessano nessuno)...sarebbe interessante sapere e capire, perchè me ne è venuto il dubbio...se la "gnocca" (temine padano ?non proprio neologismo)...sia diversa se vista da "sinistra" piuttosto che da "destra" ? Perchè a questo punto ci si perde anche su queste cose !!... E l'Italia continua a rotolare. Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • silviarosa

    28 Maggio 2009 - 08:08

    Anche il mio occhio vuole la sua parte! Chiedo, quindi, che padre Georg sia eletto Papa al posto di Ratzinger. Come premier voglio Matteo Marzotto! lui sì che è giovane, bello, alto, intelligente, simpatico.La faccia migliore dell'Italia! sai che figurone all'estero! Altro che Berlusconi.......

    Report

    Rispondi

  • antari

    27 Maggio 2009 - 19:07

    non aveva nulla da dire, quando hanno fatto ministro la carfagna? (per non dir nulla del ministero: ci son video bellissimi dove la ministra dimostra di essere certo adatta al suo ministero li')

    Report

    Rispondi

  • bauci

    27 Maggio 2009 - 17:05

    evviva ci mancava dopo l'arcivescovo che striglia la borghesia (la conosciamo eminenza che dalla cruna passano i cammelli però però se ci lasciate giù il 5 per millino magari vi diamo una mezza assoluzione )e ora se la prendono con la bellezza.La misoginia degli eredi di Saullo viene sempre fuori.La bellezza è sempre sospetta,sotto sotto vien fuori lo zoccoletto caprino alla faccia del Botticelli del Petrarca e di tutti quelli che ci vedono al contrario un segno divino.Cardinale lasci perdere non è roba per Lei.Si occupi di zingari,lì sì ci sono delle grandi virtù.E poi questo aiutino al Franceschino così quasi un motu proprio ispirato dal cielo....Eminenza non vada a cavallo dalle parti di Damasco porta male.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog