Cerca

Il caso

I due ostaggi atterrati a Ciampino. La vedova: liberi col sangue di mio marito

I due ostaggi atterrati a Ciampino. La vedova: liberi col sangue di mio marito

I due tecnici italiani liberati in Libia dopo un sequestro durato diversi mesi sono arrivati in Italia. Gino Pollicardo e Filippo Calcagno sono arrivati all'aeroporto di Ciampino, a Roma, questa mattina intorno alle 5. Ad attenderli, oltre ai familiari, il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.

Ma Rosalba Failla, moglie di Salvatore, uno dei due connazionali rimasti uccisi in Libia mercoledì scorso, si scaglia contro Palazzo Chigi: "Lo Stato italiano ha fallito.La liberazione degli altri due tecnici della Bonatti è stata pagata con il sangue di mio marito. Se lo Stato italiano non è stato capace di portarmelo vivo, almeno adesso non lo faccia toccare in Libia. Stanno trattando Salvatore come carne da macello. Voglio che il corpo rientri integro e che l' autopsia sia eseguita in Italia". Non è sicuro, però, che i corpi di Failla e Piano tornino in Italia insieme ai due ex ostaggi. Le salme sono state trasferite a Tripoli. Dove, trapela da parte libica, dovranno essere completate le "autopsie e le altre procedure".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Esterefatto

    06 Marzo 2016 - 09:09

    4 Suore della misericordia uccise in Yemen!!!!!!! perche nessun giornale ne parla!!!!!!! http://www.avvenire.it/Mondo/Pagine/Yemen-attacco-a-convento-Aden-uccise-4-suore-Madre-Teresa.aspx

    Report

    Rispondi

blog