Cerca

Lo schiaffo

Tecnici morti in Libia, l'accusa della moglie all'Italia: "La liberazione degli ostaggi pagata col sangue di mio marito"

Tecnici morti in Libia, l'accusa della moglie all'Italia:

"Lo Stato italiano ha fallito, la liberazione degli altri due tecnici della Bonatti è stata pagata con il sangue di mio marito e di Fausto Piano". Sfoga tutta la sua rabbia Rosalba Failla, moglie di Salvatore Failla, uno dei due italiani rimasti uccisi in Libia a 24 ore dalla liberazione degli altri due connazionali. Parlando con l'avvocato Francesco Caroleo Grimaldi, la signora Failla chiede che almeno l'esame autoptico, fondamentale per accertare come siano andati realmente i fatti, venga svolto dall'autorità giudiziaria italiana, e non in Libia: "Se lo Stato non è stato capace di portarmelo vivo, almeno adesso non lo faccia toccare in Libia, non voglio che l'autopsia venga fatta laggiù, stanno trattando Salvatore come carne da macello. Nessuno, fra coloro che stanno esultando per la liberazione degli altri - aggiunge la donna - ha avuto il coraggio di telefonarmi. Voglio che il corpo rientri integro e che l'autopsia venga fatta in Italia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    07 Marzo 2016 - 12:12

    Comprensibile il dolore della moglie dell'ucciso Non la speculazione che non si sa dove si appoggi.

    Report

    Rispondi

  • mza55

    07 Marzo 2016 - 09:09

    Ma perché il governo li deve riportare a casa? Intanto non sa riportare a casa i soldati che lui manda in missione. Perché deve riportare a casa chi va la per fatti suoi?

    Report

    Rispondi

  • Ben Frank

    Ben Frank

    06 Marzo 2016 - 22:10

    Purtroppo è così, si è dimostrata l'assoluta incapacità del disastrato e disastroso (altro che petaloso) governo cattokom. Povera donna, povera famiglia, povere vittime! Non dimentichiamo, che abbiamo da quattro anni un militare prigioniero in India...

    Report

    Rispondi

    • imahfu

      07 Marzo 2016 - 11:11

      sei ancora al gattocom. Aggiorati.

      Report

      Rispondi

  • gigidue

    gigidue

    06 Marzo 2016 - 21:09

    ormai se non muori in un tetro non sei nessuno , se poi muori perchè sei andato a guadagnarti la pagnotta fuori è ancora peggio ,visto secondo il vangelo di matteo qui va tutto alla grande ,tasse giù assunzioni a migliaia il pil cresce , il debito diminuisce quindi se muori fuori è colpa tua punto e basta e mica come andare a teatro a istruirsi o a fare ricerca ,capito come funziona paese di m

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog