Cerca

Delitto di Roma

La verità di Foffo: "Abbiamo ucciso Luca e dormito con il cadavere"

Rifiuta sesso gay a tre dopo un festino, omicidio barbaro a Roma

Non si fermano le testimonianze agghiaccianti di Marco Prato e Manuel Foffo, fermati per l'omicidio di Luca Varani. Dopo aver confessato il crimine, i due ragazzi, 29 e 30 anni, interrogati dalle forze dell'ordine per ricostruire i momenti che hanno posto fine alla vita del 23enne di origini slave ma adottato da una famiglia romana.

Agghiacciante - Le ultime rivelazioni sembrano uscire da un film horror, le azioni guidate dalla droga (i due avrebbero speso 1800 euro in cocaina) che oltrepassano i confini del macabro. Secondo quanto riportato dal Corriere della sera Foffo avrebbe riferito: "Esplora il significato del termine: "Ricordo che il 4 marzo Marco ha mandato un messaggio WhatsApp a Luca. Quando è arrivato c’è stato quasi un tacito accordo tra me e Marco: gli abbiamo offerto alcol nel quale aveva versato Alcover. Poi Luca ha sofferto tanto". La confessione, però, non si ferma qui: "Abbiamo passato la giornata e dormito con il morto in casa", dice, dopo aver ripulito la scena del crimine. Portato in casa con la motivazione di un rapporto sessuale "Luca si è denudato e poi ha bevuto quello che gli avevamo offerto. Poi è andato in bagno e si è sentito male. Marco lo ha aggredito e gli ha detto che sia io sia lui avevamo scelto che doveva morire. Ho preso io il martello e forse anche i due coltelli. Luca non è mai riuscito a resistere alle nostre violenze".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ariete84

    08 Marzo 2016 - 15:03

    ramadan Ho i miei dubbi sui genitori per bene.

    Report

    Rispondi

  • ariete84

    08 Marzo 2016 - 15:03

    Sembra se la godano alla grande a raccontare per filo e per segno i loro atti criminali. Fa ancora parte del gioco?

    Report

    Rispondi

  • patriziabellini

    08 Marzo 2016 - 12:12

    Che cosa avranno per tanta insensata violenza: 16 anni? Chi toglie la vita ad una persona non deve MAI più uscire dal carcere e ringraziare che non ci sia la pena di morte che meriterebbero

    Report

    Rispondi

  • ramadan

    08 Marzo 2016 - 12:12

    questi non sono islamici dell'isis, ma cattolici italiani allevati in famiglie "normali" da genitori per bene.

    Report

    Rispondi

    • SiDai

      08 Marzo 2016 - 15:03

      con tendenze omo e anarchiche.. ramadam simmia

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog