Cerca

A Campobasso

Imam arrestato per terrorismo: dove e come voleva ammazzare

Terrorismo, arrestato in Belgio il decimo uomo coinvolto nelle stragi di Parigi

Un giovane imam somalo di 22 anni era pronto a partire da Campobasso a Roma per compiere un attentato nella capitale. Ora si trova in stato di fermo insieme a un altro connazionale con l'accusa di istigazione alla commissione di delitti con finalità di terrorismo. Il procuratore capo di Campobasso Armando D'Alterio spiega all'Agi l'operazione antiterrorismo condotta dalla Digos scattata la notte scorsa nel capoluogo molisano. "Sin dall'inizio avevamo avuto segnali di insofferenza da parte di alcuni membri della comunità somala di Campobasso". Poi, attraverso "un'indagine con pedinamenti, intercettazioni e perquisizioni, iniziate a dicembre, siamo arrivati al giovane imam". Ma era pronto a colpire nella Capitale? "Oggi - si limita a rispondere il procuratore - sarebbe andato via con un'altra persona e per questo abbiamo deciso di intervenire con il provvedimento di fermo, tradotto anche in lingua somala". Sull'attentato a Roma, conclude il magistrato, "abbiamo un riferimento, una sorta di ideazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aaronrod

    23 Marzo 2016 - 22:10

    Ma pensa un pò, e la Boldrini che da accoglienza a questi poveri somali che fuggono dalle guerre.....

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    09 Marzo 2016 - 18:06

    Sondaggio di questa mattina...il PD è il primo partito d'Italia ! che dire...saltate per aria grazie alle bombe islamiche e state zitti !

    Report

    Rispondi

blog