Cerca

Sessanta chilometri di perdizione

Sesso e orge sul Grande raccordo anulare: nelle aree di servizio, nei bagni, nei parcheggi

Sesso e orge sul Grande raccordo anulare: nelle aree di servizio, nei bagni, nei parcheggi

Sessanta chilometri di orge e sesso. No, non è la strada di Sodoma e Gomorra, ma il Grande raccordo anulare di Roma. L'anello che circonda Roma, secondo quanto scrive il quotidiano "Italia Oggi", è diventato la "Mecca" del sesso gay. Coppie, o anche veri e propri gruppi, si danno appuntamento nelle stazioni di servizio, nei bagni, nei parcheggi. "C'è sempre il rischio di essere beccati, ma l'adrenalina sale, il gusto è proprio questo" racconta uno degli avventori di questo fast food del sesso aperto 24 ore al giorno, intercettato dai microfoni di Radio Cusano. "Tanta gente viene per il cotto e mangiato. La maggior parte della gente che passa da qui non lascia traccia, ha anche paura di far vedere troppo la propria automobile o la propria faccia. Come avvengono gli abbordaggi? Se tu vedi uno solo in macchina ti accosti, tiri giù il finestrino, e gli chiedi se cerca compagnia. Quasi sempre la risposta è positiva. Oppure, io lo faccio spesso, inizi a passeggiare nel parcheggio, aspettando che arrivi un cenno da qualcuno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • burago426

    12 Marzo 2016 - 09:09

    poi magari sono quelli che dicono che non arrivano a fine mese.

    Report

    Rispondi

blog