Cerca

L'appello

Ceste, c'è una svolta incredibile: il particolare sul corpo di Elena

Ceste, c'è una svolta incredibile: il particolare sul corpo di Elena

Il marito di Elena Ceste continua a difendersi. La difesa di Michele Buoninconte, il vigile del fuoco di Costigliole d'Asti, è che la donna sarebbe morta dal freddo dopo essere caduta nei pressi del rio Mersa, nell'Astigiano. L'uomo in carcere per  aver ucciso la moglie e di averne occultato il cadavere a poche centinaia di metri da casa. La condanna a 30 anni è arrivata lo scorso 4 novembre e oggi gli avvocati Enrico Scolari e Giuseppe Marazzita tornano sul caso con un ricorso in appello molto dettagliato. L’asso nella manica dei due difensori sarebbe una frattura scoperta nello scheletro di Elena Ceste, quella dell’osso sacro, che sarebbe finora sfuggita all’esame autoptico dei periti della procura di Asti. Il dettaglio è stato scoperto dal loro consulente, il medico legale Lorenzo Varetto, e sarebbe appunto compatibile con l’ipotesi di una caduta accidentale della donna la mattina del 24 gennaio 2014. Era stata proprio l’assenza di fratture e di segni evidenti sul cadavere della donna, ritrovato nove mesi dopo la scomparsa a soli 800 metri da casa, a far propendere i periti dell’accusa per la morte per strangolamento. Nel corso dellì'Appello i legali di Buoninconti vogliono smontare la ricostruzione che, in primo grado, ha portato alla condanna a 30 anni del marito della donna. Nelle motivazioni si legge:  Michele Buoninconti ‘’pur avendo agito con straordinaria freddezza”, ha commesso “un unico errore“. Il vigile del fuoco è stato incastrato per le chiamate fatte al cellulare della moglie Elena Ceste il giorno dell’omicidio per cercare l’apparecchio, “nel timore che fosse stato smarrito”.  Secondo Scolari e Marazzita, l’uomo ‘’stava solo cercando la moglie" 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcolelli3000

    17 Marzo 2016 - 13:01

    la frattura potrebbe essere stata causata quando fu gettata probabilmente gia' morta.

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    17 Marzo 2016 - 12:12

    la rottura potrebbe essere compatibile anche con la caduta dovuta all'aggressione del tale,o al trascinamento verso il luogo dell'occultamento del corpo!gli abiti "trovati" dal marito la dicono tutta..!

    Report

    Rispondi

  • kufu

    17 Marzo 2016 - 12:12

    Ammesso che la frattura non foste stata riscontrata in precedenza, un cadavere se gettato non si frattura? Ah gli avvocati che geni .... per continuare a guadagnare soldi

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    17 Marzo 2016 - 12:12

    In Italia gli omicidi non esiston, sono solo suicidi

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog