Cerca

L'inchiesta

Lo scandalo del petrolio continua. Indagato un altro nome eccellente

Lo scandalo del petrolio continua. Indagato un altro nome eccellente

Lo scandalo del petrolio si allarga. Anche il capo di Stato maggiore della Marina, l'ammiraglio Giuseppe De Giorgi, è ora indagato per traffico illecito di rifiuti nell'inchiesta di Potenza che ha già fatto dimettere l'ex ministro dello Sviluppo Federica Guidi. Anche De Giorgi, come il fidanzato dell'ex ministro, riporta Repubblica, "è indagato per associazione a delinquere finalizzata al traffico di influenze per una storia riguardante l'Autorità portuale di Augusta" e per "abuso d'ufficio".

De Giorgi, in scadenza di mandato, è tra l'altro "l'ideatore di Mare nostrum" e il suo nome, ricorda Repubblica, "è circolato negli ultimi mesi per una candidatura al vertice della Protezione civile". Nel registro degli indagati dell'inchiesta di Potenza sull'impianto di Tempa Rossa è stato iscritto anche un dirigente della Ragioneria della Stato, Valter Pastena.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rossini1904

    03 Aprile 2016 - 08:08

    Mare Nostrum? E quando le motovedette della Marina Militare escono in mare per le operazioni di soccorso chi lo tiene il conto del costo del carburante e del materiale che viene impiegato? Immagino le creste che queste operazioni pelose di soccorso consentono.

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    03 Aprile 2016 - 08:08

    Allora è vero che Dio esiste. L'ammiraglio De Giorgi ha inventato Mare Nostrum. Basta questo per definirlo un traditore della Patria. Che finisca nelle fauci di Lucifero insieme a Giuda, Bruto, Cassio, Fini, Casini, e Al-fini.

    Report

    Rispondi

    • maurigiu56

      03 Aprile 2016 - 20:08

      mare .. 'lorum' , infestato dagli squali.

      Report

      Rispondi

  • rocc

    02 Aprile 2016 - 16:04

    certo, se è l'ammiraglio De Giorgi, inventore e applicatore del famigerato Mare Nostrum, colui che ha tradito i due marò peraltro marinai come lui, allora che sia condannato alla damnatio memoriae, anche per questi due crimini oltre che per quello con la Guidi

    Report

    Rispondi

  • gescon

    02 Aprile 2016 - 16:04

    Il male dell'Italia non è l'inesistente evasione fiscale che tutti i politici e burocrati apicali usano come foglia di fico. Ladri.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog