Cerca

Il caso

La lettera della Guidi: ecco la sua verità

La lettera della Guidi: ecco la sua verità

Nessun favoritismo e nessuna rivelazione di "segreti di Stato": l'ex ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, al proprio marito, nel corso della telefonata intercettata, ha dato "una notizia nota" di un provvedimento di portata nazionale e strategico per il Paese. A scriverlo è la stessa Guidi in una lettera al Corriere della Sera, nella quale spiega che le sue dimissioni, oltre che da "una scelta umana, che mi costa", sono motivate "per ragioni di opportunità politica" e "senso di responsabilità" anche in vista del "referendum sulle trivelle".

La Guidi vuole "chiarire alcuni punti" perché "alcuni dati sono stati strumentalizzati e deformati". La polemica "nasce da una telefonata a colui che considero a tutti gli effetti mio marito, nella quale lo informavo di un provvedimento parlamentare di portata nazionale. In particolare, gli davo notizia nota. Insomma, nessuno ha rivelato segreti di Stato".

Nella telefonata, prosegue, "lo informavo di un emendamento che avrebbe consentito di accelerare i processi autorizzativi di molte opere strategiche, fra cui il cosiddetto progetto Tempa Rossa di Taranto, bloccato da anni. La società di mio marito, invece, operava come subappaltatrice in Basilicata per un lavoro che nulla aveva a che  vedere con lo sviluppo del progetto di Taranto e risaliva ad epoca precedente a quella in cui sono stata nominata ministro". "Non era necessario un mio interessamento per mandare avanti una norma così importante. E comunque dopo che è stata approvata, non abbiamo attivato i poteri sostitutivi che la legge ci conferiva". Ovviamente, conclude, "mi rendo conto che ci sono tutti gli ingredienti per uno scandalo mediatico: il ministro, la telefonata, il grande progetto industriale, un mio familiare. Ricamarci sopra per molti è stato facile. Ancor più facile in vista del referendum sulle trivelle, che per molti è occasione non di ragionamento serio ma di bagarre politica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Piranhaottavo

    02 Aprile 2016 - 19:07

    Beh . ! Codeste riflessioni la Guidi è meglio che le riveli ai Magistrati che indagano e non al Corriere " testata quasi di Governo !

    Report

    Rispondi

  • arwen

    02 Aprile 2016 - 09:09

    Trasecolo...Non si rende nemmeno conto di ciò che ha fatto! Incredibile. Passa informazioni al marito, che le gira alla Total. Mette nella legge di stabilità una norma ad personam che favorisce la Total e garantisce al marito un appalto miliardario. Gioca con le informazioni, viola il segreto favorendo l'insider traiding...Incredibile!?

    Report

    Rispondi

blog