Cerca

L'omicidio di Yara Gambirasio

Bossetti, colpo di scena al processo. Spunta il nome del figlio

Bossetti, colpo di scena al processo. Spunta il nome del figlio

In aula il prossimo 15 aprile, alla ripresa del processo a Massimo Bossetti, in carcere con l'accusa di aver ucciso Yara Gambirasio, deporrà il più grande dei tre figli del muratore di Mapello. Riporta il Giorno che la Corte presieduta da Antonella Bertoja ha ammesso una cinquantina di testi, resta da ascoltarne una decina e fra questi c'è, oltre al primogenito di Bossetti, anche una fisioterapista che dichiarò di essere stata importunata nel centro sportivo di Brembate la sera del 26 novembre del 2010, quando Yara scomparve, un tecnico della Vodafone, due testimoni scelti dalla difesa fra amici e conoscenti dell'imputato.

La prossima udienza potrebbe chiudere l'istruttoria dibattimentale. Ma ci sono due elementi da considerare: il primo è che la difesa chiederà una perizia sul Dna rimasto sugli indumenti della vittima, risultato assolutamente compatibile con quello dell'imputato. Il secondo è che la Corte si esprimerà deve sulla richiesta dei difensori di una perizia sull'autocarro di Bossetti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    03 Aprile 2016 - 09:09

    L'unico colpo dis cena di questo processo è che si è portato alla sbarra un individuo senza che esistano le prove reali e tangibili per farlo. A parte il gossip, perchè tali sono le così dette prove circostanziali, esiste un solo elemento: un campione genetico, la cui origine non è chiara, quasi certamente corrotto e sul quale nn si possono riprodurre esami. Questi sono i fatti, altro nn c'è!

    Report

    Rispondi

  • cartonito

    02 Aprile 2016 - 21:09

    e allora non imprecare e maledire sempre (CRETINO)

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    02 Aprile 2016 - 16:04

    A me, di pelle, Bossetti non piace. Tuttavia odio i processi fatti in TV e sui giornali con l'intervento di ignoranti sciacquette travestite da opioniniste.

    Report

    Rispondi

blog