Cerca

Le accuse nel dossier anonimo

Caso Marò, l'ammiraglio De Giorgi ripulì le carte che accusavano la Marina italiana

Caso Marò, l'ammiraglio De Giorgi ripulì le carte che accusavano la Marina italiana

Come è possibile che una persona del genere sia diventato Capo di Stato Maggiore della Marina resta un mistero. Per questo, il dossier anonimo su Giuseppe De Giorgi, spedito alle procure di Roma e Potenza, suscita più di una perplessità. L'avvocato dell'ammiraglio, Pietro Nocita, lo definisce su La Stampa "calunnioso", annunciando un contro-esposto. Ma in attesa che gli inquirenti facciano luce sulla effettiva attendibilità delle informazioni contenute nel plico anonimo, è lo stesso quotidiano torinese a diffondere nuovi particolari circa le malefatte del numero uno della Marina Italiana. Il quale non solo avrebbe gestito con "disinvoltura" appalti milionari, non sono avrebbe partecipato a feste con champagne e allegre signorine, non solo avrebbe utilizzato come taxi personali gli elicotteri del corpo che comanda. Ma, secondo le ultime accuse, avrebbe anche lavorato per coprire le responsabilità del collega ammiraglio Binelli nella consegna alle autorità indiane dei due marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, "ripulendo" le carte che lo avrebbero danneggiato nell'inchiesta sulle responsabilità delle autorità italiane nella vicenda dei due fucilieri di Marina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sebin6

    03 Maggio 2016 - 13:01

    di che ci lamentiamo, il gen. della finanza speciale dopo lo scandalo del pesce arrivato a bolzano con gli aerei dello stato è stato FATTO da berlusconi SENATORE.

    Report

    Rispondi

  • luigin54

    03 Maggio 2016 - 04:04

    MA E' LOGICO CHE DOBBIAMO SEMPRE AVERE NEI POSTI DI COMANDO DI QUESTA CAZZO DI NAZIONE DI MERDA DEI BASTARDI-FETENTI ?????

    Report

    Rispondi

  • carlozani

    02 Maggio 2016 - 16:04

    Che bei personaggi abbiamo come capi di stato maggiore.

    Report

    Rispondi

  • eden

    02 Maggio 2016 - 13:01

    Non dobbiamo più stupirci di nulla, nella pubblica amministrazione succede di tutto. 1993 ero stato oggetto di una ritorsione perché mi ero rivolto al ministro dei trasporti X lamentare un mio diritto.Dopo la denuncia AL TAR e alla procura questi avevano PRODOTTO DOCUMENTI FALSI X dimostrare di avere ragione.Processi durati 22 anni X avere ragione e ristoro dei dannConseguenze X i mascalzoni nulla

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog