Cerca

Il fenomeno

Allergia da pollini, la maledizione
Mai violenta come quest'anno

Allergia da pollini, la maledizioneMai violenta come quest'anno

Tra gli svantaggi della primavera c'è il problema dei pollini e delle allergie. Per i soggetti sfortunati e colpiti dalla allergia non ci potrebbe essere disagio maggiore. Sono 20 milioni le persone che ne soffrono, una su tre, secondo le cifre diffuse da Il Giornale

Da qualche anno la stagione delle allergie è sempre più lunga: comincia a febbraio il polline dei platani e degli olivi, a marzo ci si mette il cipresso, poi è la volta delle graminacee e di tutte le erbe dei prati. In estate c' è il polline del castagno e del pino. Un po' di tregua in autunno ed inverno e poi si ricomincia. Secondo l'Organizzazione mondiale della Sanità, oltre un terzo dell' umanità è minacciata. Secondo Mona-Rita Yacoub, allergologa ed immunologa dell' Ospedale San Raffaele di Milano, "è un grave errore sottovalutare le allergie. Chi ha genitori allergici con ogni probabilità sarà anche lui un allergico; le nuove generazioni poi sembrano soffrire ancor di più, indipendentemente dalla familiarità, di allergie".

La medicina può aiutare i soggetti allergici. All'Ospedale San Raffaele esiste un istituto allergologico dove è possibile assistere il malato con un vero e proprio percorso terapeutico dedicato. "La immunoterapia specifica consiste nel somministrare estratti di allergeni naturali", spiega la dottoressa, "ma che sono modificati per essere assolutamente ben tollerati, per via sublinguale o sottocutanea". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog